home
arte
architettura
arte moderna
art reader
fotografia
nuove tendenze
nonsoloarte
pillole
purezza formale
concorsi
eventi e mostre
artisti
collaborazioni
testi
links
contatti

  APPUNTI  
Articoli e commenti di Vilma Torselli su Antithesi, giornale di critica d'architettura.
Articolo di Artonweb più letto:"La casa sulla ferrovia".
  FOCUS ON  
Libri
Banski, "Wall and Piece", libro-cult che esce finalmentre in Italia. Lo stesso Banksy, autore dei testi, scrive per per la prima volta del suo particolarissimo 'lavoro'.
Musei
Centro Botín de las Artes y la Cultura di Santander, in Cantabria (Spagna), museo sull'acqua su progetto di Renzo Piano.
Concorsi
Concorso d'architettura "SKYHIVE Skyscraper Challenge" organizzato da Bee Breeders sul rapporto tra grattacielo, ambiente, comunità, città.
Iscrizioni entro il 27 settembre 2017. 
Premi
Per l'anno 2017, consegnato il Piranesi Prix de Rome, premio alla carriera, all'architetto portoghese Eduardo Souto de Moura.

In Italia
Genova, a Palazzo Ducale la mostra fotografica "Vivian Maier. Una fotografa ritrovata". Fino all'8 ottobre 2017.

All'estero
Parigi, al Museo d’Orsay, "Portraits de Cézanne". Fino al 24 settembre 2017.

  CERCA NEL SITO  

Vincent Van Gogh, "Autoritratto"
di Vilma Torselli
pubblicato il 30/04/2007
L'espressione del sentimento interiore nell'autoritratto, "un’assicurazione contro la scomparsa definitiva, uno strappo al silenzio della morte".
Se è vero che la personalità di un artista si legge nelle sue opere, è altrettanto vero che, quando l'opera è un autoritratto, la sua potenza rivelatrice viene accresciuta dal fatto che l'artista espone sè stesso, la sua immagine, la sua faccia, con un volontario atto narcisistico teso a svelare la propria interiorità.
E' una tentazione a cui pochi artisti si sono sottratti, a partire dal Rinascimento, che è l'inizio di una grande tradizione ritrattistica, fino ai giorni nostri, ma parlare di Van Gogh, che ha realizzato numerosi autoritratti, vuol dire mettere a fuoco l'essenza più profonda di un tema affascinante, nel caso specifico molto illuminante per la comprensione dell'artista più tipico dell'Espressionismo, quello che, per definizione, è il movimento artistico del '900 maggiormente interessato, e cronologicamente per primo, alla ricerca e alla rappresentazione dell'interiorità e dell'inconscio.

La ricerca interiore, la libera espressione dell'animo e delle sue passioni, sono i temi rivoluzionari alla base della nascita dell'Espressionismo tedesco, preceduto da una lunga tradizione storica in questa direzione, che Van Gogh coglie con eccezionale sensibilità ed interpreta in chiave moderna, dando vita ad uno sconvolgimento globale del concetto di rappresentazione artistica, riversando nelle sue tele le complesse problematiche di una personalità anomala, sulla quale sono anche state fatte severe diagnosi che spaziano negli ambiti di varie psicopatologie.

Plinio Nomellini definisce l'autoritratto "un’assicurazione contro la scomparsa definitiva, uno strappo al silenzio della morte", un'aspirazione all'immortalità che l'artista cerca di raggiungere affidando la memoria di sè allo spettatore, ponendolo davanti a ciò che di sè vuole rivelare, tracciando un codice interpretativo che guida alla sua interiorità, lasciando parlare non solo Narciso, quindi, ma anche Psiche.

Per Van Gogh (1853-1890) l'autoritratto appare quasi come una necessità, il desiderio di un dialogo che non può intrecciare se non con sè stesso, l'unico mezzo per uscire da una solitudine esistenziale senza scampo, rispecchiandosi in sè per cercare da fuori le ragioni della propria sofferenza: l'autoritratto è la messa in scena del suo dramma umano, il tentativo di un'autoanalisi attraverso tratteggi, forme, volumi, colori, il tentativo di giungere alla sintesi perfetta tra raffigurazione fisica e sentimento interiore, tra ciò che lo spettatore vede e ciò che l'artista sente.

Proprio questa intenzione determina le rivoluzionarie caratteristiche formali e stilistiche della pittura di van Gogh, che diverranno proprie di tutto il movimento espressionista, scardinando ogni concetto naturalistico e delegando alla sensibilità soggettiva dell'artista l'interpretazione e la rappresentazione della realtà.

In questo "Autoritratto" del 1887, olio su cartone di 42.0 x 33.7 cm, uno dei tanti realizzati da Van Gogh in periodi diversi, si nota con grande risalto l'influenza del Pointillisme, uno stile ed una tecnica che l'artista incontrò durante un suo soggiorno a Parigi in ambienti impressionisti e che lo influenzò molto in quel periodo, confluendo poi nella definizione di un suo linguaggio personale ed originale.
Il colore, steso a pennellate distinte in piccole aree vicine una all'altra, in una profusione di cromatismi vivaci e contrastanti, audacemente accostati, conferisce allo spazio attorno all'immagine dinamismo e vitalità, segni di un interiore stato psichico, mentre la figura, costruita con tratti decisi e forti, con inserti di colore puro, è l'immagine vibrante di energia di un animo percorso dalle passioni ed in continuo conflitto con sè stesso.

Sigmund Freud considerava gli artisti alleati preziosi per gli studi psicanalitici perchè, diceva, "nelle conoscenze dello spirito essi sorpassano di gran lunga noi comuni mortali, poiché attingono a fonti che non sono ancora state aperte alla scienza": non c'è espressione più adatta a definire Van Gogh, un mortale fuori dal comune, che ha trovato fonti di straordinaria profondità per arrivare alle radici del suo e del nostro animo.

links:
"Caffè di notte"
"I mangiatori di patate"
"Campo di grano con corvi"
"La camera da letto di Arles"


DE ARCHITECTURA
di Pietro Pagliardini


blog di Efrem Raimondi


blog di Nicola Perchiazzi
 








RIFLETTORI SU...



Frank Auerbach
"Testa di Julia II"


 

 
 
Responsabile: dr. arch. Vilma Torselli-- Webmaster: www.esseresulweb.com - Image processing by R.A.E.© 

© Tutto il contenuto del sito è protetto dalle leggi sul Copyright.Tutti i diritti sulle immagini e sui testi pubblicati sono riservati agli autori e sia immagini che testi non possono essere riprodotti senza il loro consenso. Le immagini presenti tratte da internet hanno esclusiva funzione di documentazione ed informazione, mancando in via assoluta ogni finalità di lucro, nel rispetto dell'art. 70 comma 1 bis, L. 633/1941. Qualora la loro pubblicazione violasse diritti d'autore, esse verranno prontamente rimosse previa richiesta.