home
arte
architettura
arte moderna
art reader
fotografia
nuove tendenze
nonsoloarte
pillole
purezza formale
concorsi
eventi e mostre
artisti
collaborazioni
testi
links
contatti

  APPUNTI  
Testi e commenti di Vilma Torselli su Antithesi, giornale di critica d'architettura.
L'articolo più letto in Artonweb:"Yves Klein, "Monocrome IKB 79".
  FOCUS ON  
Libri
"L'arte nel cesso: Da Duchamp a Cattelan, ascesa e declino dell'arte contemporanea" di Francesco Bonami: dopo “Lo potevo fare anch'io“, Bonami ci ripensa, a 100 anni dall’orinatoio di Duchamp, l'arte contemporanea è giunta al capolinea.
Musei
Parigi, nuovo museo dedicato a Alberto Giacometti, 350 sculture, 90 dipinti, 2000 disegni, la ricostruzione del suo atelier, mostre temporanee e retrospettive.

Concorsi
"Home Revolution Prize", concorso per arti visive e design, tema "Come Back Home" sull'idea di casa come spazio intimo e privato. Scadenza 10 Ottobre 2018.

Premi
Assegnato il "AZ Awards 2018", premiato un vincitore per ciascuna delle 20 categorie in concorso, tra i vincenti l'edificio residenziale The Silo di COBE e la Copenaghen International School di CF Møller Architects.

In Italia
Mamiano di Traversetolo (Parma), "Roy Lichtenstein", 80 opere di protagonisti della Pop Art. Fino al 9 dicembre 2018.

All'estero
Maurits Cornelis Escher, da Leeuwarden a New York il mondo gli rende omaggio a 120 anni dalla nascita.

  CERCA NEL SITO  

Genova, Antonio Ligabue
di Vilma Torselli
dal 3 marzo al 1 luglio 2018
Animali e autoritratti di Antonio Ligabue, artista borderline, in una grande antologica con 80 opere esposte.

Al Palazzo Ducale di Genova in apertura una grande antologica dedicata ad Antonio Ligabue (1889-1965), a cura di Sandro Parmiggiani e Sergio Negri, con opere del periodo che va dalla fine degli anni ’20 al 1962.

Una ottantina le opere esposte provenienti da collezioni pubbliche o private e da Fondazioni bancarie, dipinti, sculture, disegni, incisioni, rappresentative delle principali tematiche che attraversano il mondo ispirativo di Ligabue, gli animali e gli autoritratti, due filoni ai quali fu sempre fedele, attraverso i quali trasmettere le proprie visioni psicotiche di individuo fortemente disturbato e forse proprio per questo dotato di una creatività spontanea ed un talento naturale travalicanti ogni impedimento razionale.
Tra le opere presenti, “Tigre reale”,1941, eseguito durante il ricovero nell’Ospedale psichiatrico San Lazzaro di Reggio Emilia, e due versioni di “Cani da caccia con paesaggio”, oltre ad alcuni dipinti di ispirazione bucolica come “Carrozzella con cavalli e paesaggio svizzero”, “Aquila con volpe", “Lotta di galli”.

Il suo linguaggio aggressivo e violento, lontano dalla chiave di lettura naïf talvolta utilizzata per una interpretazione facile, banale e quasi folcloristica della sua opera, si esprime in una tecnica rozza, nervosa, infantilmente figurativa o maniacalmente descrittiva, dando origine alle immagini violentemente cromatiche di un variegato bestiario di animali domestici (soprattutto cani), ma anche di improbabili giaguari, leopardi, tigri, scimmie, difficili da incontrare nella bassa reggiana se non nell'irreale repertorio fantastico custodito nell'immaginario di un artista visionario e fuori da ogni regola, metafore della paura e del dolore interiore che solo così riescono ad emergere ed a lanciare inascoltate grida di aiuto.

Gli autoritratti, realizzati allo specchio, si snodano come una sorta di racconto autobiografico dove i sofferti tratti del volto, la posizione frontale in primo piano, le guance scavate, il colorito innaturale, il segno incisivo dei contorni, lo sguardo allucinato, rivelano una profonda angoscia esistenziale di stampo marcatamente espressionista che fa di Ligabue una variante "padana” di Van Gogh, come suggerisce Vittorio Sgarbi, avendo condiviso entrambi gli artisti lo stesso sofferto percorso umano attraversato dalla follia, l’emarginazione, i ricoveri psichiatrici, l’alienazione, la solitudine.

La mostra offre anche una serie di iniziative complementari con attività didattiche, incontri e visite guidate gratuite per bambini e adulti.

Genova, Palazzo Ducale
Antonio Ligabue
dal 3 marzo al 1 luglio 2018
link:
La mostra
"Guerriero e leone"
Gualtieri (RE), Antonio Ligabue
Attività artistica e malattia mentale
Il binomio genio-follia e le sue potenzialità creative

DE ARCHITECTURA
di Pietro Pagliardini


blog di Efrem Raimondi


blog di Nicola Perchiazzi
 








RIFLETTORI SU...


Ad Reinhardt
"Black Painting No. 34"




"Il nero realizza l'idea di un'arte assolutamente pura e sublime tautologicamente ripiegata su se stessa, scevra da contenuti narrativi ed emotivi"......continua

 

 
 

© Tutto il contenuto del sito è protetto dalle leggi sul Copyright.Tutti i diritti sulle immagini e sui testi pubblicati sono riservati agli autori e sia immagini che testi non possono essere riprodotti senza il loro consenso. Le immagini presenti tratte da internet hanno esclusiva funzione di documentazione ed informazione, mancando in via assoluta ogni finalità di lucro, nel rispetto dell'art. 70 comma 1 bis, L. 633/1941. Qualora la loro pubblicazione violasse diritti d'autore, esse verranno prontamente rimosse previa richiesta. Responsabile del sito: dr.arch. Vilma Torselli.