home
arte
architettura
arte moderna
art reader
fotografia
nuove tendenze
nonsoloarte
pillole
purezza formale
concorsi
eventi e mostre
artisti
collaborazioni
testi
links
contatti

  APPUNTI  
Testi e commenti di Vilma Torselli su Antithesi, giornale di critica d'architettura.
L'articolo più letto in Artonweb:"Il Post-moderno".
  FOCUS ON  
Libri
Tom Alphin, "Architetto con i Lego", l'architettura degli ultimi tre secoli ricreata assemblando i mitici mattoncini della Lego.
Musei
Inaugurato ad Abu Dhabi il Museo “Louvre Abu Dhabi” progettato da Jean Nouvel.

Concorsi
Concorso fotografico "Heritage for Planet Earth", tema la fragilità degli equilibri sul pianeta a causa dei cambiamenti climatici. Scadenza 31/12/2018.

Premi
15° Festival della Scienza, il premio "Arte Scienza e Coscienza 2017" assegnato a 4 personalità di spicco dell’astrofisica, della fisica, della robotica e dell’arte.

In Italia
Napoli, Basilica di Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta, “Museo della Follia”, in mostra oltre 200 opere sul tema della follia.  Fino al al 27/5/2018.

All'estero
Londra, National Gallery, per i cent'anni dalla morte di Edgar Degas “Drawn in colour: Degas from the Burrell”. Fino al 7/5/ 2018.

  CERCA NEL SITO  

Viareggio (LU), "Il secolo breve. Tessere di '900"
di Vilma Torselli
dal 7 luglio al 5 novembre 2017
Lo spirito inquieto di un secolo breve in 50 opere di artisti a cavallo del delicato passaggio tra ottocento e novecento.
Renato Guttuso, Nello studio, 1958, olio e collage su tela
cm 130 x 150 – già collezione Paolo Marinotti
La mostra dal titolo "Il secolo breve. Tessere di '900", a cura di Susanna Ragionieri in collaborazione con la la Fondazione Matteucci per l'Arte Moderna, presenta 50 opere dei maggiori artisti dell'epoca a cavallo tra la fine dell'ottocento e l'inizio del novecento, tra i quali Giacomo Balla, Umberto Boccioni, Gino Severini, Filippo De Pisis, Massimo Campigli, Ottone Rosai, Felice Casorati, Giorgio Morandi, Giorgio De Chirico, Lorenzo Viani.
Tra le opere esposte, alcune inedite sono fruibili al pubblico per la prima volta grazie ai prestiti di importanti collezioni private.

Nelle parole di Giuliano Matteucci, fondatore e direttore dell'omonima fondazione, istituzione tra le più accreditate per lo studio dell'arte di un periodo storico inquieto e tumultuoso particolarmente denso di ricerche e sperimentazioni quale l'Otto-Novecento "la mostra è un focus originale da cui emergono una serie di situazioni “trasversali” alle fratture formali oramai canoniche. Nell’apparente autonomia e disomogeneità espressiva, queste dissonanti connotazioni confermano lo spirito inquieto che da sempre caratterizza l’arte italiana, delineando un inaspettato spaccato, quanto mai unitario nel comunicare il pensiero creativo del tempo".

Il "secolo breve", per usare parole di Eric J. Hobsbawn, è il ‘900, un secolo diverso da tutti gli altri in cui sono avvenute molte più cose di quante ne siano successe in una decina di secoli precedenti, “l'epoca più violenta della storia dell'umanità”, pieno di contraddizioni, nel corso del quale, accanto a movimenti restaurativi tendenti al ripristino dei legami di continuità con la tradizione classica, nell'arte figurativa si formano correnti rivoluzionarie che cambieranno profondamente ed inesorabilmente il corso del futuro dell'arte non solo italiana.
Le "tessere" sono quelle di un mosaico di visioni e di linguaggi variegati, paesaggi, nature morte, figure, trasversalmente segnati dagli eclettismi e dalle contraddizioni che accompagneranno, nonostante profondi sconvolgimenti e devastanti catastrofi sociali, la nascita dell'arte moderna nel nostro paese facendo della crisi un valore.

Infatti, dichiara la curatrice Susanna Ragionieri, "se si sposta l’analisi all’ambito artistico, la visione non è di un tramonto bensì di un’aurora. Nessun altro momento è stato, infatti, altrettanto fecondo e ricco di fermenti, al punto di rivoluzionare la ricerca con un impulso analogo a quello determinato ai nostri giorni dalla rete."

Questo, dunque, il fil rouge che guida il visitatore, il delicato momento di passaggio per una generazione di artisti che trova il proprio denominatore comune nella ricerca di un'inedita libertà espressiva in cui ognuno, seppure diverso ed autonomo, riconosca, nell'ineludibile spinta al rinnovamento, una casa comune.
Viareggio (LU), Centro Matteucci per l'Arte Moderna
"Il secolo breve. Tessere di '900"
dal 7 luglio al 5 novembre 2017
link:
Fondazione Matteucci

DE ARCHITECTURA
di Pietro Pagliardini


blog di Efrem Raimondi


blog di Nicola Perchiazzi
 








RIFLETTORI SU...



Mel Ramos
"Hippopotamus"

 

 
 

© Tutto il contenuto del sito è protetto dalle leggi sul Copyright.Tutti i diritti sulle immagini e sui testi pubblicati sono riservati agli autori e sia immagini che testi non possono essere riprodotti senza il loro consenso. Le immagini presenti tratte da internet hanno esclusiva funzione di documentazione ed informazione, mancando in via assoluta ogni finalità di lucro, nel rispetto dell'art. 70 comma 1 bis, L. 633/1941. Qualora la loro pubblicazione violasse diritti d'autore, esse verranno prontamente rimosse previa richiesta.

 

 

mel ramos