home
arte
architettura
arte moderna
art reader
fotografia
nuove tendenze
nonsoloarte
pillole
purezza formale
concorsi
eventi e mostre
artisti
collaborazioni
testi
links
contatti

  APPUNTI  
Testi e commenti di Vilma Torselli su Antithesi, giornale di critica d'architettura. In Artonweb l'articolo più letto: La linea curva
  FOCUS ON  
Libri
L’arte nel cesso. Da Duchamp a Cattelan, ascesa e declino dell'arte contemporanea” di Francesco Bonami: all'arte contemporanea non bastano più le idee che cercano di essere una più rivoluzionaria dell'altra perché ha esaurito il suo potere di stupire.
Musei
A Serra San Quirico (AN), Nuovo Museo di arte contemporanea per celebrare i 20 anni del Premio Ermanno Casoli ed esporre le opere di tutti i vincitori fino ad oggi.

Concorsi
Pontenure (PC), concorso per un progetto pilota di arredi urbani lungo i cammini storici del tratto piacentino della via Francigena e del Cammino di San Colombano.

Premi
Mies van der Rohe 2019, premio biennale per l'architettura assegnato dalla UE, premiati Lacaton & Vassal architectes, Frédéric Druot Architecture e Christophe Hutin Architecture.

In Italia
Matera, la mostra "Salvador Dalí- La Persistenza degli Opposti", nel Complesso Rupestre di Madonna delle Virtù e San Nicola dei Greci. Fino al 30 novembre 2019.

All'estero
Parigi, al Musée National Picasso-Paris "Picasso, Obstinément Méditerranéen", il Mediterraneo nella vita e nelle opere di Pablo Picasso. Fino al 6 ottobre 2019.

  CERCA NEL SITO  

Martinengo (BG), Silvio Tomasoni, "Nebbia, mostri e metamorfosi"
di Vilma Torselli
sabato 24 gennaio 2015
Una mostra di disegni ispirati ai racconti di Eraldo Baldini, scrittore ravennate che si pone tra gli indiscussi maestri del noir italiano.

Giunto ormai alla settima edizione, il festival Presente Prossimo è una manifestazione itinerante che interessa un numero rilevante di comuni bergamaschi e, attraverso incontri con quattordici autori tra i più interessanti della narrativa italiana contemporanea, mira a coinvolgere il pubblico in “un’avventura affascinante fra voci, stili, sguardi sul mondo profondamente diversi”.
Dall'11 ottobre al 13 dicembre 2014, con una imprevista proroga al 24 gennaio 2015 per l'incontro di Martinengo, il festival, sotto la direzione artistica di Raul Montanari, propone anche alcune interessanti iniziative collaterali quali workshop di scrittura creativa a Seriate e Treviglio e, a Bergamo, sette proiezioni cinematografiche di film selezionati dagli organizzatori.
Nella tappa del Festival presso l'auditorium "Il Filandone" a Martinengo, sabato 24 gennaio 2015 sarà presente l'autore Eraldo Baldini, noto scrittore di noir che, dopo la sua prima importante affermazione al Mystfest di Cattolica nel 1991, ha sviluppato un suo personale filone narrativo definito "gotico rurale", dal titolo di una sua raccolta di racconti.

A questo appuntamento, Silvio Tomasoni, che proprio a Martinengo è nato ed ha iniziato la sua carriera artistica, affiancherà una mostra di suoi disegni ispirati ai contenuti dei romanzi di Baldini ed ai suoi protagonisti, terrificanti e malvagi abitanti del territorio di frontiera tra mito ed incubo. Titolo della mostra “Nebbia, mostri e metamorfosi”, tema ispirativo La Borda, personificazione leggendaria di ataviche paure, entità spettrale metafora di misteri taciuti e rimossi, che si materializza nelle giornate umide e buie come ce ne sono tante nella bassa padana: è La Nebbia, ’Na fumära acsì fissa ch’a t’ gh’é pól pozär incontra la biciclètta(1), un killer silenzioso che oscura lo sguardo, rammollisce le ossa, avvelena il respiro…… mica un effetto coreografico per paesaggisti romantici!

"La Borda?"
"Sì, la Borda. Se qualcuno capita tra le sue mani in valle, dove gira quando c'è la nebbia o quando arriva il buio della sera, lei, se non l'uccide subito, gli soffia la malaria dentro il respiro ……." scrive Baldini (“Mal’aria”, 2003). Che poi rassicura con una smorzata consolatoria: "È una roba inventata, una favola di questi posti. Serve a far paura ai bambini perché non girino nelle paludi da soli e non gli capiti di perdersi o di annegare…..".
Senza convincere nessuno.

Men che meno Silvio Tomasoni, che in quella nebbia spessa e malefica si cala senza esitazione per esplorare, cercare, indagare macabri misteri impigliati in brandelli di ricordi del passato, paure dell’infanzia, visioni oniriche, paradossi mentali, inganni dei sensi.
E non spaventiamoci se ciascuno di noi, nei suoi disegni, si troverà faccia a faccia con il proprio incubo peggiore, la ricompensa è l'accesso ad un percorso catartico, il viaggio di Ulisse, di Dante, di Don Chisciotte, fino a toccare il fondo della paura, perché solo così ci può essere una risalita.
E forse scoprire che l’isola-che-non-c’è offre finalmente un approdo, la barca di Caronte ha recapitato il suo fardello, il viaggio è compiuto: dal teschio sommerso in abissi paludosi, dalle orbite vuote pullulanti di inquietanti organismi acquatici si innalza un inaspettato paesaggio lacustre rigoglioso di cipressi e di intricati motivi naturalistici, deserto ed immobile.
Ignaro di ciò che sta sotto lo specchio dell’acqua, l’animo ascolta il silenzio cullandosi in una ingannevole pace.
Sognando Böcklin.

(1)
"una nebbia così fitta che le si può appoggiare contro la bicicletta"
Fausto Bertozzi, poeta dialettale

vai alla gallery >>>>>>
Nebbia, mostri e metamorfosi
mostra di disegni di Silvio Tomasoni
sabato 24 gennaio 2015, ore 18
Martinengo (BG), Auditorium 'Il Filandone'
link:
La mostra su Facebook
sito personale di Silvio Tomasoni

Silvio Tomasoni, intervista
Silvio Tomasoni alla libreria Bocca
Il fascino del male. Silvio Tomasoni
Martinengo (BG), Silvio Tomasoni. ENTROPIA
Un lupo in riva al mare
Festival presente prossimo

DE ARCHITECTURA
di Pietro Pagliardini


blog di Efrem Raimondi


blog di Nicola Perchiazzi
 







RIFLETTORI SU...

Carlo Carrà,
"La Galleria di Milano"


 
 

© Tutto il contenuto del sito è protetto dalle leggi sul Copyright.Tutti i diritti sulle immagini e sui testi pubblicati sono riservati agli autori e sia immagini che testi non possono essere riprodotti senza il loro consenso. Le immagini presenti tratte da internet hanno esclusiva funzione di documentazione ed informazione, mancando in via assoluta ogni finalità di lucro, nel rispetto dell'art. 70 comma 1 bis, L. 633/1941. Qualora la loro pubblicazione violasse diritti d'autore, esse verranno prontamente rimosse previa richiesta. Responsabile del sito: dr.arch. Vilma Torselli.