home
arte
architettura
arte moderna
art reader
fotografia
nuove tendenze
nonsoloarte
pillole
purezza formale
concorsi
eventi e mostre
artisti
collaborazioni
testi
links
contatti

  APPUNTI  
Testi e commenti di Vilma Torselli su Antithesi, giornale di critica d'architettura. In Artonweb l'articolo più letto: La linea curva
  FOCUS ON  
Libri
L’arte nel cesso. Da Duchamp a Cattelan, ascesa e declino dell'arte contemporanea” di Francesco Bonami: all'arte contemporanea non bastano più le idee che cercano di essere una più rivoluzionaria dell'altra perché ha esaurito il suo potere di stupire.
Musei
A Serra San Quirico (AN), Nuovo Museo di arte contemporanea per celebrare i 20 anni del Premio Ermanno Casoli ed esporre le opere di tutti i vincitori fino ad oggi.

Concorsi
Pontenure (PC), concorso per un progetto pilota di arredi urbani lungo i cammini storici del tratto piacentino della via Francigena e del Cammino di San Colombano.

Premi
Mies van der Rohe 2019, premio biennale per l'architettura assegnato dalla UE, premiati Lacaton & Vassal architectes, Frédéric Druot Architecture e Christophe Hutin Architecture.

In Italia
Matera, la mostra "Salvador Dalí- La Persistenza degli Opposti", nel Complesso Rupestre di Madonna delle Virtù e San Nicola dei Greci. Fino al 30 novembre 2019.

All'estero
Parigi, al Musée National Picasso-Paris "Picasso, Obstinément Méditerranéen", il Mediterraneo nella vita e nelle opere di Pablo Picasso. Fino al 6 ottobre 2019.

  CERCA NEL SITO  

Milano, “MODIGLIANI, SOUTINE E GLI ARTISTI MALEDETTI”
fino all'8 settembre 2013
Per la prima volta in italia, le opere della collezione Netter: gli artisti maledetti della Scuola di Parigi.
A Milano e per la prima volta in Italia fa tappa la mostra “MODIGLIANI SOUTINE e gli artisti maledetti. La collezione Netter”, a cura di Marc Restellini.

Oltre 120 le opere esposte, tutte provenienti dalla collezione di una singolare figura di mecenate, l'alsaziano Jonas Netter (1867 – 1946), che, consigliato dal mercante d’arte polacco, poeta ed amico, Léopold Zborowski, seppe riconoscere ed apprezzare gli artisti di Montparnasse, strana congrega di personaggi problematici, "artisti maledetti" nei quali genio e sregolatezza convivevano dando vita ad un linguaggio pittorico del tutto nuovo e sovversivo, divenendo ben presto appassionato collezionista delle loro opere.

Modigliani, Soutine, Utrillo, Suzanne Valadon, Kisling e molti altri talenti allora sconosciuti fanno oggi parte di una raccolta molto significativa di quel periodo un pò folle, quando un eterogeneo gruppo di artisti provenenenti da più parti d'Europa, autodidatti, contestatori, raggruppabili nella cosiddetta Scuola di Parigi, si stabiliscono nel quartiere di Montmartre e nella zona di Montparnasse, in un clima euforico di entusiasmo e sregolatezza che contribuirà a definire il mito dell'artista bohémien, ansioso di esperienze, in lotta con il mondo borghese, un cliché che si adatta molto bene a tutti personaggi ricordati.

Fra tutti i pittori di Montparnasse, Netter predilesse Modigliani, del quale per primo acquistò le opere, molte delle quali ora in mostra, 'Elvire con colletto bianco' (Elvire con collettino) del 1918 e 'Fanciulla in abito giallo' (Ritratto di giovane donna con collettino) del 1917, 'Ritratto di Zborowski' (1916) e 'Ritratto di Soutine'.
Questo periodo costituisce un momento cruciale della ricerca artistica di Modigliani, che sta definendo il suo linguaggio formale fortemente innovativo e personale e mette al centro dei suoi interessi speculativi la figura umana orientando la sua produzione verso il ritratto: amici come Chaim Soutine, mercanti d'arte come Paul Guillaume o Leopold Zborowski, innumerevoli clienti, le donne amate, opere in cui la poesia di Modigliani si affida al delicato accordo tra purezza stilistica e passionale carnalità.

Estroso, curioso, sensuale, appassionato, geniale, protagonista di una tragedia individuale breve e intensa, fu proprio Modigliani a presentare a Netter l'amico fraterno e disperato compagno di avventura Chaim Soutine, del quale la mostra propone una ventina di olii, tra i quali 'Uomo con cappello', 'Scalinata rossa a Cagnes' e 'La pazza'.
Tra le opere esposte, anche alcuni paesaggi di Utrillo, 'Piazza della chiesa a Montmagny', 'Chiesa di periferia', 'Rue Muller a Montmartre' ed alcune opere della modella Suzanne Valadon, madre di Utrillo, artista e musa ispiratrice amata da Toulouse-Lautrec, 'Ketty nuda mentre si stiracchia' e 'Chiesa di Neyron'.
“MODIGLIANI, SOUTINE E GLI ARTISTI MALEDETTI”
Milano, Palazzo Reale, piazza del Duomo
dal 21/02/2013 al 08/09/2013
http://www.mostramodigliani.it/

DE ARCHITECTURA
di Pietro Pagliardini


blog di Efrem Raimondi


blog di Nicola Perchiazzi
 







RIFLETTORI SU...

Carlo Carrà,
"La Galleria di Milano"


 
 

© Tutto il contenuto del sito è protetto dalle leggi sul Copyright.Tutti i diritti sulle immagini e sui testi pubblicati sono riservati agli autori e sia immagini che testi non possono essere riprodotti senza il loro consenso. Le immagini presenti tratte da internet hanno esclusiva funzione di documentazione ed informazione, mancando in via assoluta ogni finalità di lucro, nel rispetto dell'art. 70 comma 1 bis, L. 633/1941. Qualora la loro pubblicazione violasse diritti d'autore, esse verranno prontamente rimosse previa richiesta. Responsabile del sito: dr.arch. Vilma Torselli.