home
arte
architettura
arte moderna
art reader
fotografia
nuove tendenze
nonsoloarte
pillole
purezza formale
concorsi
eventi e mostre
artisti
collaborazioni
testi
links
contatti

  APPUNTI  
Testi e commenti di Vilma Torselli su Antithesi, giornale di critica d'architettura. In Artonweb l'articolo più letto: L'automobile, mito futurista.
  FOCUS ON  
Libri
Donald Thompson , “Lo squalo da 12 milioni di dollari. La bizzarra e sorprendente economia dell'arte contemporanea”, marketing, brand, psicologia, economia ma anche arte e aneddoti su artisti, galleristi e collezionisti.
Musei
Parigi, Fluctuart, primo museo galleggiante di arte urbana al mondo, ancorato nel porto del quartiere di Gros Caillou, ai piedi del Pont des Invalides.

Concorsi
Pachino (SR), concorso per la progettazione a Noto della sede della Banca di Credito Cooperativo. Consegnail 20 gennaio 2020.

Premi
Assegnato all’architetto giapponese Arata Isozaki il Premio Pritzker 2019.

In Italia
A Roma, nel Chiostro del Bramante, la mostra "Bacon, Freud, la Scuola di Londra".
Fino al 23 febbraio 2020.

All'estero
Londra, alla National Gallery "The Credit Suisse Exhibition: Gauguin Portraits", retrospettiva sulla ritrattistica di Gauguin. Fino al 26 gennaio 2020.

  CERCA NEL SITO  

Nizza, “Marc Chagall, Oeuvres tissées
di Vilma Torselli
fino al 21 settembre 2015
La città di Nizza ospita una mostra che vuol rendere omaggio a Marc Chagall, illustre concittadino 'adottivo'.
30 anni fa, nel 1985, moriva a Saint-Paul-de-Vence Marc Chagall, artista bielorusso che scelse di vivere e morire in costa azzurra: dopo gli orrori della guerra, la tragedia della shoah e la fuga in America, Chagall approda in Provenza, dove la bellezza e la pace del contesto naturale gli permettono di recuperare energia mentale e riversarla in un'attività intensa, alimentata da una creatività esuberante che riempie i suoi dipinti di colore vibrante e lo spinge verso nuove sperimentazioni, la scultura, la ceramica, il mosaico, il vetro.

La sua pittura fortemente legata ai ricordi e alle vicende personali, alla sua anima russa ed ebraica, alla formazione culturale e religiosa radicata nei ricordi della nativa Vitebsk, senza abbandonare mai un figurativismo vivace ed acceso si declina sempre più in chiave simbolica ed allegorica, attorno a temi che diverranno tipici e ricorrenti, la vita familiare, i teatranti, il mondo circense, oltre ai temi sacri popolati dalle figure simboliche della cultura yiddish.

In Italia le iniziative per celebrare questo anniversario sono partite già l'anno scorso con una grande mostra a Milano, a Palazzo Reale, dove fino al primo febbraio 2015 è stato possibile visitare “Marc Chagall. Una retrospettiva 1908-1985”, 200 opere raccolte nella più importante retrospettiva dedicata al pittore degli ultimi 50 anni.

E' terminata il 26 luglio scorso la mostra romana "Amore e Vita: Chagall al Chiostro del Bramante" dedicata ai lavori provenienti dalla collezione dell’Israel Museum di Gerusalemme, concentrata soprattutto sull’attività di illustratore editoriale di Chagall e sul rapporto tra la sua arte e la letteratura, la parola, il contenuto.
Con l'esposizione di 140 lavori fra disegni, gouache, acqueforti, dipinti, la mostra ha già avuto diverse edizioni: “La si può definire una mostra itinerante" dice la vicedirettrice dell’Israel Museum Tania Coen che aggiunge "anche se tra una esposizione e l’altra deve passare un po’ di tempo, vista l’intrinseca fragilità di questi lavori su carta”. Dopo Roma, prossima tappa della mostra sarà Pechino.

Conclusa anche"Marc Chagall. Segni e colori dell’anima" al MARTE di Cava de’ Tirreni, terminata il 28 giugno 2015: 75  opere  tratte  dai più noti  cicli  illustrativi, incisioni e litografie realizzate dall'artista tra gli anni Venti e gli anni Cinquanta.

Ancora visibile fino al 21 settembre 2015 al Musée national Marc Chagall di Nizza, la sede in cui è custodita una della più ampie collezioni di opere realizzate da Chagall, la mostra che gli dedica la città, nell'ambito della manifestazione "Promenade(s) des Anglais", evento diffuso in tredici musei e gallerie cittadine.
La Costa Azzurra ha sempre avuto per Chagall un grande potere attrattivo, scoperta in un viaggio nel 1920, vi si trasferisce stabilmente nel 1950, stabilendo le sua residenza a Vence fino al 1966, poi a Saint-Paul de Vence, dove muore nel 1985.
La mostra esplora i legami ancora poco conosciuti di Marc Chagall con la città di Nizza, che intende con questa iniziativa rendere omaggio a questo illustre concittadino 'adottivo' .
La mostra dal titolo “Marc Chagall, Oeuvres tissées” presenta un Chagall inedito, autore anche di opere tessili, preziosi arazzi che riprendono lo stile e le tematiche della sua opera pittorica.
Aspetto meno noto della variegata produzione di Chagall è il fatto che si sia dedicato ad arti 'minori' quali la decorazione di ceramiche, vetrate, sculture e mosaici, sino ad arrivare, con risultati all'altezza della sua fama, all’arte tessile, come testimonia la ventina di arazzi esposti realizzati in stretta collaborazione con i tessitori della Manufacture Nationale des Gobelins o insieme a Yvette Cauquil-Prince, artigiana/tessitrice belga di grande talento in collaborazione con la quale Chagall ha prodotto 40 arazzi per l'arredamento di ambienti pubblici e privati.
Nizza
“Marc Chagall, Oeuvres tissées”
Musée national Marc Chagall
Avenue du Docteur Ménard
fino al 21 settembre 2015
link
Marc Chagall, "Cristo sul ponte"
Marc Chagall, "Innamorati e fiori"

DE ARCHITECTURA
di Pietro Pagliardini


blog di Efrem Raimondi


blog di Nicola Perchiazzi
 







RIFLETTORI SU...

Georg Baselitz
"The gleaner"





 

 
 

© Tutto il contenuto del sito è protetto dalle leggi sul Copyright.Tutti i diritti sulle immagini e sui testi pubblicati sono riservati agli autori e sia immagini che testi non possono essere riprodotti senza il loro consenso. Le immagini presenti tratte da internet hanno esclusiva funzione di documentazione ed informazione, mancando in via assoluta ogni finalità di lucro, nel rispetto dell'art. 70 comma 1 bis, L. 633/1941. Qualora la loro pubblicazione violasse diritti d'autore, esse verranno prontamente rimosse previa richiesta. Responsabile del sito: dr.arch. Vilma Torselli.