home
arte
architettura
arte moderna
art reader
fotografia
nuove tendenze
nonsoloarte
pillole
purezza formale
concorsi
eventi e mostre
artisti
collaborazioni
testi
links
contatti

  APPUNTI  
Testi e commenti di Vilma Torselli su Antithesi, giornale di critica d'architettura. In Artonweb l'articolo più letto: La linea curva
  FOCUS ON  
Libri
L’arte nel cesso. Da Duchamp a Cattelan, ascesa e declino dell'arte contemporanea” di Francesco Bonami: all'arte contemporanea non bastano più le idee che cercano di essere una più rivoluzionaria dell'altra perché ha esaurito il suo potere di stupire.
Musei
A Serra San Quirico (AN), Nuovo Museo di arte contemporanea per celebrare i 20 anni del Premio Ermanno Casoli ed esporre le opere di tutti i vincitori fino ad oggi.

Concorsi
Pontenure (PC), concorso per un progetto pilota di arredi urbani lungo i cammini storici del tratto piacentino della via Francigena e del Cammino di San Colombano.

Premi
Mies van der Rohe 2019, premio biennale per l'architettura assegnato dalla UE, premiati Lacaton & Vassal architectes, Frédéric Druot Architecture e Christophe Hutin Architecture.

In Italia
Matera, la mostra "Salvador Dalí- La Persistenza degli Opposti", nel Complesso Rupestre di Madonna delle Virtù e San Nicola dei Greci. Fino al 30 novembre 2019.

All'estero
Parigi, al Musée National Picasso-Paris "Picasso, Obstinément Méditerranéen", il Mediterraneo nella vita e nelle opere di Pablo Picasso. Fino al 6 ottobre 2019.

  CERCA NEL SITO  

Paul Klee, "ABC für Wandmaler"
di Andrea Bonavoglia
pubblicato il 17/05/2007
Un'opera di pittura dai raffinati colori, contenuta, ma non dimessa, dove il segno sottile di Klee è rapido e curvo, teso ed espressivo come una corda vibrante.

In quadri di dimensioni limitate, dai raffinati colori tersi ma non smaglianti, non accesi, Paul Klee (1879-1941) rivela la particolare sensibilità e la consueta intimità del suo gesto pittorico. La sua pittura è specchio certamente del carattere schivo, ma anche di una ricerca artistica ossessiva, meticolosa, che si manifesta nelle scelte tecniche: l'olio, l'acquerello, la matita, il guazzo, la penna, su carta, cartone e supporti misti appositamente trattati. Il titolo e la firma sono spesso scritti, come in questo "ABC per un pittore murale", in una striscia in basso, sul cartone dove è applicata la juta. L'effetto è di opere chiuse, complete come le illustrazioni di un libro, come le tessere cangianti di un mosaico, come le melodie di un'opera, allo stesso tempo separate e collegate l'una all'altra.

È certamente una pittura contenuta, ma mai dimessa; il segno sottile di Klee è rapido e curvo, teso ed espressivo, una corda vibrante. Così si intuisce come non possa esserci espansione, esternazione, esaltazione o esplosione in questa idea di Arte, ma soltanto Espressione, l'espressione che porta Klee a manifestare e a dimostrare la compiutezza di un'opera nell'armonia assoluta di linee e di forme. Noi sentiamo che il pittore ha vissuto ogni dettaglio del suo quadro e che ogni dettaglio è frutto di una paziente e lunga ricerca, testimoniata dagli infiniti schizzi e studi. Nessuno lo ha scritto meglio di Giulio Carlo Argan: "Di un quadro, di un disegno [Klee] riesce a fare un evento, qualcosa che accade sotto gli occhi dello spettatore, e lo sorprende, e costituisce un problema, che ciascuno risolverà a modo suo e dunque non sarà mai risolto, rimarrà sempre un problema: come gli eventi della vita ... "
"ABC fuer Wandmaler" è un'opera esemplare per capire l'ultimo Klee, che cerca alfabeti nuovi per la pittura e trova nelle lettere una forma pittorica lineare che gli è congeniale.

In questo "ABC für Wandmaler" (ABC per pittore murale) (1938), colori ad olio, esecuzione a graffio su tela di juta impregnata di gesso e montata su cartone, 56 x 37,8 cm, Collezione Rosengart, Luzern (CH) sembra rivolgersi ai pittori di muri, agli affrescatori, ai decoratori, e fornisce un modello singolare di pittura simbolica: le lettere dell'alfabeto si delineano sulla tela impregnata di gesso e scompaiono soffuse nelle macchie di luce che le circondano. È un quadro di strana e suggestiva potenza, fatto di niente, quasi di polvere e sabbia, ma pieno di una singolarissima precisione, di una estrema finitezza. Possiamo intravedere le radici dell'arte di Klee insieme alle radici di chi verrà dopo di lui e da lui imparerà l'alfabeto della pittura: l'espressionismo astratto, l'informale, per non dire della più recente Graffiti-Art. Lo sapevano bene, o lo intuivano, Picasso, Kandinskj, Braque e tanti altri, quando alla fine degli anni '30 si recavano a visitarlo, ormai malato, nella sua Berna, rendendo omaggio all'amico e al maestro insieme.

link:
Espressionismo astratto
Informale
Graffitismo


DE ARCHITECTURA
di Pietro Pagliardini


blog di Efrem Raimondi


blog di Nicola Perchiazzi
 







RIFLETTORI SU...

Carlo Carrà,
"La Galleria di Milano"


 
 

© Tutto il contenuto del sito è protetto dalle leggi sul Copyright.Tutti i diritti sulle immagini e sui testi pubblicati sono riservati agli autori e sia immagini che testi non possono essere riprodotti senza il loro consenso. Le immagini presenti tratte da internet hanno esclusiva funzione di documentazione ed informazione, mancando in via assoluta ogni finalità di lucro, nel rispetto dell'art. 70 comma 1 bis, L. 633/1941. Qualora la loro pubblicazione violasse diritti d'autore, esse verranno prontamente rimosse previa richiesta. Responsabile del sito: dr.arch. Vilma Torselli.