home
arte
architettura
arte moderna
art reader
fotografia
nuove tendenze
nonsoloarte
pillole
purezza formale
concorsi
eventi e mostre
artisti
collaborazioni
testi
links
contatti

  APPUNTI  
Testi e commenti di Vilma Torselli su Antithesi, giornale di critica d'architettura. In Artonweb l'articolo più letto: La linea curva
  FOCUS ON  
Libri
L’arte nel cesso. Da Duchamp a Cattelan, ascesa e declino dell'arte contemporanea” di Francesco Bonami: all'arte contemporanea non bastano più le idee che cercano di essere una più rivoluzionaria dell'altra perché ha esaurito il suo potere di stupire.
Musei
A Serra San Quirico (AN), Nuovo Museo di arte contemporanea per celebrare i 20 anni del Premio Ermanno Casoli ed esporre le opere di tutti i vincitori fino ad oggi.

Concorsi
Pontenure (PC), concorso per un progetto pilota di arredi urbani lungo i cammini storici del tratto piacentino della via Francigena e del Cammino di San Colombano.

Premi
Mies van der Rohe 2019, premio biennale per l'architettura assegnato dalla UE, premiati Lacaton & Vassal architectes, Frédéric Druot Architecture e Christophe Hutin Architecture.

In Italia
Matera, la mostra "Salvador Dalí- La Persistenza degli Opposti", nel Complesso Rupestre di Madonna delle Virtù e San Nicola dei Greci. Fino al 30 novembre 2019.

All'estero
Parigi, al Musée National Picasso-Paris "Picasso, Obstinément Méditerranéen", il Mediterraneo nella vita e nelle opere di Pablo Picasso. Fino al 6 ottobre 2019.

  CERCA NEL SITO  

Pattern Painting
di Vilma Torselli
pubblicato il 1/04/2007

Una forma espressiva a metà strada tra arte ed artigianato, ad impronta dichiaratamente decorativistica per riaffermare il piacere di "fare arte"

Pattern Painting è il nome di una forma espressiva sviluppatasi verso la metà degli anni '70, con radici diverse a seconda degli artisti che la praticarono (con riferimenti per esempio a Matisse o Braque), che dà grande importanza alla vena estetizzante della creatività artistica, nella realizzazione di opere aniconiche ad impronta decorativa: temi ricorrenti sono i motivi ripetitivi ed i biomorfismi di forme e segni volutamente edonistici, astratti, talvolta derivati dall'elaborazione di forme della natura o da citazioni dalla storia dell'arte primitiva o moderna, talvolta non necessariamente significativi sul piano naturalistico o simbolico, che si intrecciano in un'area di confine tra arte ed artigianato mai prima esplorata, almeno nella cultura occidentale.

Nella sua connotazione intimistica lontana dall'estetica dell'impegno, mentre proclama la sua mancanza di intenzioni rivoluzionarie, la Pattern Painting afferma proprio così di essere invece rivoluzionaria nella sua svalutazione dell'io, indistintamente diffuso in una serie di elementi in cui il soggetto riproduce se stesso, reiterati, uguali, indifferenziati e perciò spersonalizzati, in antitesi ai canoni preferenzialmente proposti dal movimento modernista, specialmente dal minimalismo e dal concettuale, con i quali pareva che l'arte avesse raggiunto un estremo limite non oltrepassabile.

In questa chiave di lettura, la Pattern Painting si pone come reazione radicale ad un intellettualismo esasperato ormai sterile, irrimediabilmente ripiegato su sè stesso, contrapponendogli un'arte-artigianato che, seppure in mancanza di una spontaneità sacrificata dalla ripetitivita dell'esecuzione, vuole comunque affermare un ritorno alla pittura, al divertimento del "fare pittura" con coraggio, con lievità, con eleganza.

I più noti pattern painters sono i componenti di un gruppo di artisti americani che, rifiutando l'assolutismo della cultura occidentale, si aprono alla cultura di altre parti del mondo e ad un concetto di arte meno restrittivo ed elitario di quanto abbia mai fatto la cultura ufficiale, portando avanti una ricerca formale puramente visuale e decorativa: tra essi, i principali rappresentanti sono Robert Kushner , Kim Mac Connel, Joyce Kozloff, Robert Zakanitch, Valérie Jaudon, Miriam Shapiro, Philip Taaffe.

Miriam Schapiro, "Mother Russia"

DE ARCHITECTURA
di Pietro Pagliardini


blog di Efrem Raimondi


blog di Nicola Perchiazzi
 







RIFLETTORI SU...

Carlo Carrà,
"La Galleria di Milano"


 
 

© Tutto il contenuto del sito è protetto dalle leggi sul Copyright.Tutti i diritti sulle immagini e sui testi pubblicati sono riservati agli autori e sia immagini che testi non possono essere riprodotti senza il loro consenso. Le immagini presenti tratte da internet hanno esclusiva funzione di documentazione ed informazione, mancando in via assoluta ogni finalità di lucro, nel rispetto dell'art. 70 comma 1 bis, L. 633/1941. Qualora la loro pubblicazione violasse diritti d'autore, esse verranno prontamente rimosse previa richiesta. Responsabile del sito: dr.arch. Vilma Torselli.