home
arte
architettura
arte moderna
art reader
fotografia
nuove tendenze
nonsoloarte
pillole
purezza formale
concorsi
eventi e mostre
artisti
collaborazioni
testi
links
contatti

  APPUNTI  
Testi e commenti di Vilma Torselli su Antithesi, giornale di critica d'architettura. Il più letto in Artonweb: Arte moderna
  FOCUS ON  
Libri
Carlo Vanoni, "A piedi nudi nell'arte", una 'educazione sentimentale' per leggere ciò che accade intorno e dentro di noi attraverso l’arte.
Musei
Verona, Palazzo Maffei, nuovo museo con opere di Picasso, de Chirico, Magritte, Fontana, Kandinskij, Mirò, Burri e dei grandi pittori veronesi dal ‘300 fino all'800.

Concorsi
YICCA International Contest of Contemporary Art, concorso internazionale che promuove gli artisti iscritti per introdurli nel mercato dell'arte internazionale. Entro il 30/10/2020

Premi
44esima edizione di Arte Fiera di Bologna  "Premio Pittura Mediolanum" promosso dalla Banca Mediolanum assegnato per il 2020 all’opera di Michael Bauer "Homeebottler".

In Italia
Bologna, Palazzo Albergati, "Monet e gli impressionisti", fino al 14 febbraio 2021.

All'estero
Bordeaux, ai Bassins de Lumières, il più grande centro di digital art del mondo, "Gustav Klimt, d'or et de couleurs", fino al 3 gennaio 2021.

Gutai
di Vilma Torselli
pubblicato il 28/03/2007
Un movimento giapponese che anticipa i più importanti movimenti interdisciplinari dell'occidente.
Gutai, detto "avanguardia sotto il cielo" per l'abitudine ad allestire mostre all'aperto, è il nome di un gruppo fondato nel 1954 da Jiro Yoschihara ad Osaka, in Giappone, che ha attuato una vera e propria rivoluzione nell'arte contemporanea giapponese, rinnovandola profondamente ed accogliendo le innovazioni imposte da una nuova realtà sociale e culturale derivante dalla trasformazione industriale.
Ispirato all'antico spirito zen, influenzato dall'informale dell'occidente (il termine esprime proprio il rapporto tra spirito e materia) soprattutto attraverso l'opera di Mathieu, Gutai rappresenta il tentativo del recupero di valori azzerati da una serie di avvenimenti traumatici susseguenti al secondo conflitto mondiale, il decadimento della figura carismatica dell'imperatore, il cambiamento della lingua scritta, minati anche dalla contaminazione di culture estranee, come quella americana, in una sostanziale indifferenza generale della società contemporanea.

Pittura, calligrafismo, ma anche performance, azioni, opere teatrali, improvvisazioni, sempre con forte coinvolgimento del pubblico, nel tentativo di allargare e superare il concetto di arte attraverso lo sperimentalismo più spinto: sono queste le forme espressive con le quali Gutai anticipa significativamente importanti movimenti culturali occidentali quali Fluxus, l’Happening, l’Azionismo e le esperienze avanguardiste degli anni '60 da John Cage a Yves Klein, l'Espressionismo astratto americano, Jackson Pollock.
Va ricordata la presenza di una "Scuola del Pacifico", che sarà molto importante per la cultura visiva e l'architettura non solo nordamericane, con origini antiche favorite dalla posizione geografica e dalla relativa facilità degli scambi non solo culturali attraverso l'oceano.

Denominatore comune di tutte queste forme d'arte multidisciplinari, che i giapponesi definiscono "incrocio di generi", legate o influenzate da Gutai, è il rifiuto a considerare l’arte come un ambito separato dalla vita ed a delegare la creatività a settori specialistici, o tecnici, o culturali: specularmente, il rapporto tra l'uomo e l'ambiente, che il Giappone declina in maniera peculiare, influenza l'arte europea attraverso l'uso della materia proposta nella sua forma grezza e rustica, non lavorata, dando l'avvio al fenomeno dell' Arte Povera.

Kagaku Murakami, Kazuo Shiraga, Atsuko Tanaka, Sadamasa Motonaga, Shozo Shimamoto, Akira Kanayama, Michio Yoshibara, Toshio Yoshida, sono i più originali interpreti del movimento.

* articolo aggiornato il 14/03/2015

link:
Villa imperiale di Katsura
Fotografi italiani in Giappone


DE ARCHITECTURA
di Pietro Pagliardini


blog di Efrem Raimondi


blog di Nicola Perchiazzi
 







RIFLETTORI SU...


Jasper Johns
"Three Flags"






 

 
 

© Tutto il contenuto del sito è protetto dalle leggi sul Copyright.Tutti i diritti sulle immagini e sui testi pubblicati sono riservati agli autori e sia immagini che testi non possono essere riprodotti senza il loro consenso. Le immagini presenti tratte da internet hanno esclusiva funzione di documentazione ed informazione, mancando in via assoluta ogni finalità di lucro, nel rispetto dell'art. 70 comma 1 bis, L. 633/1941. Qualora la loro pubblicazione violasse diritti d'autore, esse verranno prontamente rimosse previa richiesta. Responsabile del sito: dr.arch. Vilma Torselli.