home
arte
architettura
arte moderna
art reader
fotografia
nuove tendenze
nonsoloarte
pillole
purezza formale
concorsi
eventi e mostre
artisti
collaborazioni
testi
links
contatti

  APPUNTI  
Testi e commenti di Vilma Torselli su Antithesi, giornale di critica d'architettura.
L'articolo più letto in Artonweb:"Robert Rauschenberg, padre spirituale della Pop Art".
  FOCUS ON  
Libri
Peter Zumthor, “Pensare architettura”: il significato dell'elaborazione dell’architettura in sensazione e quindi immagine.
Musei
Entro il 2019 nuovo museo etrusco a Milano, in Corso Venezia, sotto il giardino di palazzo Bocconi-Rizzoli-Carraro.

Concorsi
Concorso per under 40, "Il Rame e la Casa”: progettare oggetti belli e funzionali sfruttando le proprietà del rame. Scadenza 31/10/2018

Premi
Luxembourg Art Prize, premio internazionale mirato a rivelare talenti, amatoriali o meno, di qualsiasi età e nazionalità. Scadenza 31/05/2018.

In Italia
Roma, al Chiostro del Bramante, “TURNER. Opere della Tate”, fino al 26/8/2018

All'estero
Berlino, Museo Barberini, "Max Beckmann: The World as a Stage", fino al 10/06/2018

  CERCA NEL SITO  

Arte Oggettuale
di Vilma Torselli
pubblicato il 2/04/2007
Una pittura che va alla ricerca dei complessi rapporti spazio-luce e forma.
Si definisce Pittura o Arte oggettuale, denominazione inventata da Gillo Dorfles, un movimento artistico dei primi anni '60 che si esprime nella realizzazione di elementi tridimensionali di valenza plastico-pittorica, veri e propri quadri-oggetto, nei quali la tela viene movimentata e sagomata da strutture sottostanti, protuberanze, sporgenze, estroflessioni, acquisendo così evidenza plastica e significato scultoreo, spesso in monocromo.

Dal risalto che acquisiscono i rilievi superficiali, si ottiene come risultato finale un oggetto artistico del tutto particolare, senza alcun riferimento figurativo, dove tela, telaio, sagomature formano un tutt'uno, un elemento unico inscindibile nelle sue parti, pena la perdita della sua stessa essenza.
La corrente, rappresentata soprattutto dagli italiani Enrico Castellani, Agostino Bonalumi, Paolo Scheggi, ed anche da certa produzione di Lucio Fontana e di Piero Manzoni, presenta evidenti i richiami all'opera di Marcel Duchamp ed alle sue sperimentazioni dadaiste, a Man Ray, all'arte povera ed alla Pop Art, costituendo quello che Dorfles chiama il versante "oggettuale" del Neoconcretismo, denunciando un sofisticato substrato culturale ed una progettazione dell'opera sottilmente ed abilmente giocata tra astrazione, geometria, informalità, alla ricerca dei complessi rapporti spazio-luce e forma.
A tal proposito Dorfles, nel 1966, dichiara che il dipinto o meglio l'oggetto pittorico ".....costituisce un elemento integratore dello spazio abitabile, che può valere anche quindi come modulatore d'una situazione dimensionale o anche quale squisito elemento plastico- cromatico scaturito dall'incontro di forme e colori, suscitato sempre, tuttavia, da un'attenta e preordinata progettazione strutturale", a sottolineare la ricerca estetica e formale alla base di un linguaggio espressivo solo apparentemente semplificato, mezzo visivo per comunicare un'esperienza non solo edonistica ed ornamentale.

La concezione esclusiva dell'arte come formatività, come produzione oggettuale, come superamento della pittura, come bisogno di rifondazione del concetto di pittura in una "nuova pittura", che metta in luce l'importanza "oggettuale" dell'opera, soprattutto attraverso il lavoro di Castellani e Manzoni, spesso nei modo radicali ed assolutisti di un linguaggio anche provocatorio: sono questi i punti fondamentali di un movimento che unisce creatività e tecnica, concettualità e materialità, veste oggettuale ed essenza sostanziale.

DE ARCHITECTURA
di Pietro Pagliardini


blog di Efrem Raimondi


blog di Nicola Perchiazzi
 








RIFLETTORI SU...



Vincent Van Gogh
"La camera da letto
di Arles"

 

 
 

© Tutto il contenuto del sito è protetto dalle leggi sul Copyright.Tutti i diritti sulle immagini e sui testi pubblicati sono riservati agli autori e sia immagini che testi non possono essere riprodotti senza il loro consenso. Le immagini presenti tratte da internet hanno esclusiva funzione di documentazione ed informazione, mancando in via assoluta ogni finalità di lucro, nel rispetto dell'art. 70 comma 1 bis, L. 633/1941. Qualora la loro pubblicazione violasse diritti d'autore, esse verranno prontamente rimosse previa richiesta. Responsabile del sito: dr.arch. Vilma Torselli.