home
arte
architettura
arte moderna
art reader
fotografia
nuove tendenze
nonsoloarte
pillole
purezza formale
concorsi
eventi e mostre
artisti
collaborazioni
testi
links
contatti

  APPUNTI  
Testi e commenti di Vilma Torselli su Antithesi, giornale di critica d'architettura. In Artonweb l'articolo più letto: L'automobile, mito futurista.
  FOCUS ON  
Libri
Donald Thompson , “Lo squalo da 12 milioni di dollari. La bizzarra e sorprendente economia dell'arte contemporanea”, marketing, brand, psicologia, economia ma anche arte e aneddoti su artisti, galleristi e collezionisti.
Musei
Parigi, Fluctuart, primo museo galleggiante di arte urbana al mondo, ancorato nel porto del quartiere di Gros Caillou, ai piedi del Pont des Invalides.

Concorsi
Pachino (SR), concorso per la progettazione a Noto della sede della Banca di Credito Cooperativo. Consegnail 20 gennaio 2020.

Premi
Assegnato all’architetto giapponese Arata Isozaki il Premio Pritzker 2019.

In Italia
A Roma, nel Chiostro del Bramante, la mostra "Bacon, Freud, la Scuola di Londra".
Fino al 23 febbraio 2020.

All'estero
Londra, alla National Gallery "The Credit Suisse Exhibition: Gauguin Portraits", retrospettiva sulla ritrattistica di Gauguin. Fino al 26 gennaio 2020.

  CERCA NEL SITO  

IO C’ERO?
I limiti del ricordo

di Stefano Elena
pubblicato il 17/01/2011
Detriti di viaggio.

Il ricordo non è mai stato la verità di nessuno”, scrive Augé.
Ognuna di quelle istantanee con cui torturiamo per indigestione le SD delle nostre camere digitali (minacce gloriose di facile accesso) serve appena ad assolvere quell’istinto commemorativo che finisce prima ancora di sentirsi vero.

L’accumulo da stiva di immagini, così come l’ostinazione della memoria a salvaguardare quanti più frammenti possibili le vadano incontro, equivale al seppellimento di tutti i souvenir mentali che ambiscono alla perennità.

La deficienza in affidabilità rende la reminiscenza infruttuosa, incapace di restituire l’onesta captazione dei momenti attraversati. Claude Lévi-Strauss sosteneva in merito che “...un antico particolare insignificante emerge come un picco, mentre interi strati del mio recente passato si cancellano senza lasciare traccia.”.

Se il ricordo diventa la rovina del passato vissuto, ogni suo tentativo figurativo ed ogni sua forma ne annientano l’esclusività, facendo della presunta intimità riportata un bene quasi anonimo e qualunque, condivisibile, come se appartenente ad un vissuto collettivo in random senza data.

Dopo le macerie di Nan Goldin, le nuove demolizioni fotografiche di artisti quali Anna Orlowska, Thibault Brunet o Kristoffer Axén possono fare del tempo un mezzo unanime per dimenticare, che invita tutti a sentirsi lontanamente dentro.

Offro pertanto alcuni dei detriti del mio ultimo viaggio, utili a me quanto a chiunque altro, e propongo la dispersione di ciascun affetto visivo abbiate tentato di archiviare.
Come fosse polvere.


DE ARCHITECTURA
di Pietro Pagliardini


blog di Efrem Raimondi


blog di Nicola Perchiazzi
 







RIFLETTORI SU...

Georg Baselitz
"The gleaner"





 

 
 

© Tutto il contenuto del sito è protetto dalle leggi sul Copyright.Tutti i diritti sulle immagini e sui testi pubblicati sono riservati agli autori e sia immagini che testi non possono essere riprodotti senza il loro consenso. Le immagini presenti tratte da internet hanno esclusiva funzione di documentazione ed informazione, mancando in via assoluta ogni finalità di lucro, nel rispetto dell'art. 70 comma 1 bis, L. 633/1941. Qualora la loro pubblicazione violasse diritti d'autore, esse verranno prontamente rimosse previa richiesta. Responsabile del sito: dr.arch. Vilma Torselli.