home
arte
architettura
arte moderna
art reader
fotografia
nuove tendenze
nonsoloarte
pillole
purezza formale
concorsi
eventi e mostre
artisti
collaborazioni
testi
links
contatti

  APPUNTI  
Testi e commenti di Vilma Torselli su Antithesi, giornale di critica d'architettura.
L'articolo più letto in Artonweb:"Cubismo analitico e Cubismo sintetico".
  FOCUS ON  
Libri
"I quattro libri dell'architettura" di Andrea Palladio, la summa architettonica del tardo Rinascimento che ha influenzato irreversibilmente l'architettura occidentale per i successivi quattro secoli.
Musei
Mestre, nuovo Museo del Novecento (M9), l’innovazione tecnologica al servizio della cultura, del retail e dell’intrattenimento lungo un percorso collettivo che copre un arco temporale di oltre un secolo.

Concorsi
"Luxembourg Art Prize", un concorso internazionale mirato a rivelare e promuovere artisti di talento ancora sconosciuti. Scadenza 30 aprile 2019.

Premi
11° edizione del premio "PORCELANOSA Grupo di Architettura e Interior Design", premiati i progetti più interessanti del 2018 per le tre categorie in concorso.

In Italia
Napoli, Basilica della Pietrasanta-Lapis Museum la mostra "Chagall. Sogno d’amore", 150 opere, dipinti, disegni, acquerelli, incisioni. Fino al 30 giugno 2019.

All'estero
A Berlino, a Weimar, a Dessau ed in molte altre nazioni le principali iniziative per celebrarei 100 anni dalla fondazione della Bauhaus.

  CERCA NEL SITO  

COME BUCHI NEL BUIO.
O sulle tre figlie di tanta madre...

di Stefano Elena
pubblicato il 17/09/2010
Una mostra di Carina Linge 'Lonesome Eros', a Berlino dall'11 settembre al 10 ottobre 2010
Non c’è posto che non sia questo, quello in cui chiunque aspiri ad una rarefatta archiviazione longilinea dei fatti o ad una vivibilità antistatistica del giorno vorrebbe trovarsi a risiedere.

Madre e puttana, o puttana quanto può succedere che una madre debba diventare, Berlino comincia oggi, allo scoccare di quasi un anno di permanenza qui, a mostrare moventi e prove di una donna fatta di virtù e non di vizi: la paura di trovare, vivere a stento senza vivere di stenti, instaurare contatti con persone che siano qualcosa di più di uno spostamento d’aria...
Tra i consueti e onnipresenti fancazzisti, che a Berlino ce ne stanno tanti, le arie espressive necessarie (specie per chi le attua) compensano in intensità l’assenteismo creativo condotto dalle categorie dei parlatoridacappuccinotuttoilgiorno e dei iosonounartistamaoranonhonientedipronto.

Se la sera in cui inaugura la prima personale berlinese della drammaticamente sensibile Carina Linge (“Lonesome Eros”, Jarmuschek+Partner), a due sorsi di Korn di distanza dall’opening della donna d’ombra Yoko Ono presente con le sue bodyguards (“Das Gift”, Haunch of Venison) e a tre da quella del dotato ma un pò troppo costoso artista del tormento romeno Adrian Ghenie (“The Hunted”, Nolan Judin), se la notte che segue a questa sera d’arte in vista e prevista può ritrovarcisi ad incappare, senza rsvp né prosecchi da passeggio, nell’autentica improvvisazione corporale di tre grazie da marciapiede in concerto, la supposizone che l’atteggiamento riveli più del linguaggio e d’ogni alfabeto convenzionato smette di restare un supporre per afferrare il vero dai suoi capelli tortuosi, sfondarne il torace ed entrare a farne a parte.

Se le parole sapessero fischiettare, queste righe suonerebbero il bisogno di abbandono all’eccessività dell’inverosimile. E visto che guardarsi negli occhi è il posto migliore in cui ci si possa trovare, i momenti che precipitandoci accanto riescono a finirci dentro sono tanto dirompenti da dubitarne, da confonderli con l’invisibile.
Come buchi nel buio.
O come una delle domande di Cormac McCarthy: “Che differenza c’è fra ciò che non sarà mai e ciò che non è mai stato?”.


DE ARCHITECTURA
di Pietro Pagliardini


blog di Efrem Raimondi


blog di Nicola Perchiazzi
 








RIFLETTORI SU...


Richard Hamilton, "She"




L'opera di Richard Hamilton nell'ambito del movimento pop inglese è paragonabile a quella...... continua

 
 

© Tutto il contenuto del sito è protetto dalle leggi sul Copyright.Tutti i diritti sulle immagini e sui testi pubblicati sono riservati agli autori e sia immagini che testi non possono essere riprodotti senza il loro consenso. Le immagini presenti tratte da internet hanno esclusiva funzione di documentazione ed informazione, mancando in via assoluta ogni finalità di lucro, nel rispetto dell'art. 70 comma 1 bis, L. 633/1941. Qualora la loro pubblicazione violasse diritti d'autore, esse verranno prontamente rimosse previa richiesta. Responsabile del sito: dr.arch. Vilma Torselli.