home
arte
architettura
arte moderna
art reader
fotografia
nuove tendenze
nonsoloarte
pillole
purezza formale
concorsi
eventi e mostre
artisti
collaborazioni
testi
links
contatti

  APPUNTI  
Testi e commenti di Vilma Torselli su Antithesi, giornale di critica d'architettura. In Artonweb l'articolo più letto: La linea curva
  FOCUS ON  
Libri
L’arte nel cesso. Da Duchamp a Cattelan, ascesa e declino dell'arte contemporanea” di Francesco Bonami: all'arte contemporanea non bastano più le idee che cercano di essere una più rivoluzionaria dell'altra perché ha esaurito il suo potere di stupire.
Musei
A Serra San Quirico (AN), Nuovo Museo di arte contemporanea per celebrare i 20 anni del Premio Ermanno Casoli ed esporre le opere di tutti i vincitori fino ad oggi.

Concorsi
Pontenure (PC), concorso per un progetto pilota di arredi urbani lungo i cammini storici del tratto piacentino della via Francigena e del Cammino di San Colombano.

Premi
Mies van der Rohe 2019, premio biennale per l'architettura assegnato dalla UE, premiati Lacaton & Vassal architectes, Frédéric Druot Architecture e Christophe Hutin Architecture.

In Italia
Matera, la mostra "Salvador Dalí- La Persistenza degli Opposti", nel Complesso Rupestre di Madonna delle Virtù e San Nicola dei Greci. Fino al 30 novembre 2019.

All'estero
Parigi, al Musée National Picasso-Paris "Picasso, Obstinément Méditerranéen", il Mediterraneo nella vita e nelle opere di Pablo Picasso. Fino al 6 ottobre 2019.

  CERCA NEL SITO  

PROTESI
L’arte al posto dell’arto

di Stefano Elena
pubblicato il 1/06/2010
Arte come vita e vita come arte, un'osmosi che necessita di una costante osservanza della giusta distanza.

Uso l’arte come la vita, la vita come l’arte.
Alle due attribuisco somiglianti norme di controllo e affini propensioni assimilative.
Alterno le aspettive dell’una agli esiti dell’altra, il gusto della prima al sapore della seconda.
Confido nella pertinente destrezza che può intromettersi a fini associativi tra il dissolversi del compiere e la dissolutezza della composizione.
Reputo la vita un atteggiamento diversamente abile per l’uso parziale che esercita delle risorse temporali e mentali in dotazione.
Credo l’arte spazio di riabilitazione per soggettività tendenti alla “divaricazione” degli ambienti arte-vita.
Ritengo la vita per l’arte, e/o vivere per l’arte, un sintomo irrevocabilmente conclusivo d’ogni capacità di intendere e volere, appurata l’inderfomabilità del modello esistenziale “il domani non si promette a nessuno”.

L’osmosi in esame esige l’osservanza perpetua della GIUSTA DISTANZA, di un tratto cioè che mantenga costantemente distinguibili le due aree. L’infrazione di tale contrasto può determinare le insidiose conseguenze di ritrovarsi totalmente privato di un sé autonomamente operativo/capace o di scoprirsi muniti di un’incompetenza creativa degna della più insigne sterilità.

Ulteriore riferimento giovevole perché una delle due forme non diventi l’altra può basarsi sulla valutazione e dissertazione di una certa sentenza: “nessuna cosa inutile è davvero bella”.

Manifesti a parte, il cui retro e rectogusto implicano sempre una contrazione del controllo, alla vita occorre prescrivere d’urgenza somministrazioni d’arte, di sensazioni, di guardare misti. E chissà che non possa servire a vivere una vita aumentata, ancora più lei, così da liberarci una volta per tutte di questo ingombrante dispositivo artificiale?


DE ARCHITECTURA
di Pietro Pagliardini


blog di Efrem Raimondi


blog di Nicola Perchiazzi
 







RIFLETTORI SU...

Carlo Carrà,
"La Galleria di Milano"


 
 

© Tutto il contenuto del sito è protetto dalle leggi sul Copyright.Tutti i diritti sulle immagini e sui testi pubblicati sono riservati agli autori e sia immagini che testi non possono essere riprodotti senza il loro consenso. Le immagini presenti tratte da internet hanno esclusiva funzione di documentazione ed informazione, mancando in via assoluta ogni finalità di lucro, nel rispetto dell'art. 70 comma 1 bis, L. 633/1941. Qualora la loro pubblicazione violasse diritti d'autore, esse verranno prontamente rimosse previa richiesta. Responsabile del sito: dr.arch. Vilma Torselli.