home
arte
architettura
arte moderna
art reader
fotografia
nuove tendenze
nonsoloarte
pillole
purezza formale
concorsi
eventi e mostre
artisti
collaborazioni
testi
links
contatti

  APPUNTI  
Testi e commenti di Vilma Torselli su Antithesi, giornale di critica d'architettura. In Artonweb l'articolo più letto: L'automobile, mito futurista.
  FOCUS ON  
Libri
Donald Thompson , “Lo squalo da 12 milioni di dollari. La bizzarra e sorprendente economia dell'arte contemporanea”, marketing, brand, psicologia, economia ma anche arte e aneddoti su artisti, galleristi e collezionisti.
Musei
Parigi, Fluctuart, primo museo galleggiante di arte urbana al mondo, ancorato nel porto del quartiere di Gros Caillou, ai piedi del Pont des Invalides.

Concorsi
Pachino (SR), concorso per la progettazione a Noto della sede della Banca di Credito Cooperativo. Consegnail 20 gennaio 2020.

Premi
Assegnato all’architetto giapponese Arata Isozaki il Premio Pritzker 2019.

In Italia
A Roma, nel Chiostro del Bramante, la mostra "Bacon, Freud, la Scuola di Londra".
Fino al 23 febbraio 2020.

All'estero
Londra, alla National Gallery "The Credit Suisse Exhibition: Gauguin Portraits", retrospettiva sulla ritrattistica di Gauguin. Fino al 26 gennaio 2020.

  CERCA NEL SITO  

Ponteranica (BG), MANET. INCISIONI
fino al 3 agosto 2008
In mostra trenta incisioni che ripercorrono l’esperienza grafica del maestro impressionista.
La mostra è l’occasione per conoscere un aspetto affascinante, anche se poco noto rispetto a quello relativo alla produzione pittorica, dell'iter artistico di Édouard Manet (Parigi 1832 – 1883), che lasciò un segno nella storia dell’incisione, riuscendo a tradurre sulla lastra le atmosfere vibranti del suo linguaggio impressionista

Complesso fu il percorso artistico di Manet, a partire dalle influenze dei grandi classici, Rubens, Tiziano e della pittura spagnola di Velásquez, Murillo e Goya, solenne e sensuale, intensamente cromatica, per approdare all’impressionismo, di cui fu uno dei teorici, senza voler tuttavia immergersi più di tanto nella vita collettiva del movimento e dei suoi protagonisti, i colleghi Pissarro, Monet, Renoir, Degas, geloso di una sua indipendenza mentale e stilistica.
Fu per molti aspetti un impressionista anomalo, un rivoluzionario a metà che non volle o non osò mai trasgredire fino in fondo, restando un individualista irriducibile ed accettando, per questo, la solitudine del suo ultimo periodo di vita.

Le trenta lastre in mostra rappresentano una significativa raccolta della produzione dell’artista ed offrono l'occasione di valutare esaustivamente il percorso della sua ricerca grafica, sulla quale la documentazione è relativamente scarsa: Manet infatti non radunò mai in un catalogo o in una raccolta sistematica la sua produzione, che venne pubblicata postuma.

Proprio le opere incisorie permettono di valutare quanto Manet abbia affidato a questa tecnica, nelle quali si dimostra particolarmente coinvolto, una parte rilevante nell’espressione dei significati anche simbolici della sua opera.

La mostra
Ponteranica (Bergamo)
BOPO Bocciodromo di , via Concordia 6
fino al 3 agosto 2008.
Orari: martedì - venerdì 16 – 22; sabato e domenica 10 – 22. Chiuso lunedì.
Ingresso libero

DE ARCHITECTURA
di Pietro Pagliardini


blog di Efrem Raimondi


blog di Nicola Perchiazzi
 







RIFLETTORI SU...

Georg Baselitz
"The gleaner"





 

 
 

© Tutto il contenuto del sito è protetto dalle leggi sul Copyright.Tutti i diritti sulle immagini e sui testi pubblicati sono riservati agli autori e sia immagini che testi non possono essere riprodotti senza il loro consenso. Le immagini presenti tratte da internet hanno esclusiva funzione di documentazione ed informazione, mancando in via assoluta ogni finalità di lucro, nel rispetto dell'art. 70 comma 1 bis, L. 633/1941. Qualora la loro pubblicazione violasse diritti d'autore, esse verranno prontamente rimosse previa richiesta. Responsabile del sito: dr.arch. Vilma Torselli.