home
arte
architettura
arte moderna
art reader
fotografia
nuove tendenze
nonsoloarte
pillole
purezza formale
concorsi
eventi e mostre
artisti
collaborazioni
testi
links
contatti

  APPUNTI  
Testi e commenti di Vilma Torselli su Antithesi, giornale di critica d'architettura. In Artonweb l'articolo più letto: La linea curva
  FOCUS ON  
Libri
L’arte nel cesso. Da Duchamp a Cattelan, ascesa e declino dell'arte contemporanea” di Francesco Bonami: all'arte contemporanea non bastano più le idee che cercano di essere una più rivoluzionaria dell'altra perché ha esaurito il suo potere di stupire.
Musei
A Serra San Quirico (AN), Nuovo Museo di arte contemporanea per celebrare i 20 anni del Premio Ermanno Casoli ed esporre le opere di tutti i vincitori fino ad oggi.

Concorsi
Pontenure (PC), concorso per un progetto pilota di arredi urbani lungo i cammini storici del tratto piacentino della via Francigena e del Cammino di San Colombano.

Premi
Mies van der Rohe 2019, premio biennale per l'architettura assegnato dalla UE, premiati Lacaton & Vassal architectes, Frédéric Druot Architecture e Christophe Hutin Architecture.

In Italia
Matera, la mostra "Salvador Dalí- La Persistenza degli Opposti", nel Complesso Rupestre di Madonna delle Virtù e San Nicola dei Greci. Fino al 30 novembre 2019.

All'estero
Parigi, al Musée National Picasso-Paris "Picasso, Obstinément Méditerranéen", il Mediterraneo nella vita e nelle opere di Pablo Picasso. Fino al 6 ottobre 2019.

  CERCA NEL SITO  

Pavia, Tranquillo Cremona e la Scapigliatura
di Vilma Torselli
fino al 5 giugno 2016
Una mostra per celebrare un movimento di artisti animati da spirito di rivolta contro la morale clericale e borghese, contro la retorica patriottica, contro il perbenismo ipocrita e conformista.

A celebrare la nascita di un movimento tipicamente italiano e specificatamente lombardo, denso di promettenti anticipazioni su quella che sarà tutta l'arte del seguente '900, una mostra sulla Scapigliatura, a cura di Simona Bartolena e Susanna Zatti ospitata alle Scuderie del Castello Visconteo di Pavia, ripropone i lavori del pavese Tranquillo Cremona e dei maggiori artisti del movimento, tra i quali Daniele Ranzoni e Luigi Conconi, un trio di scatenati bohémien che, ironizzando sulla propria bassa statura, si autodefiniva "la trinità dei nani giganti".

L'iniziativa si collega idealmente ad un evento analogo, una mostra dal titolo “Tranquillo Cremona e gli artisti lombardi del suo tempo”, svoltasi con grande successo e risonanza nel 1938 e inaugurata da re Vittorio Emanuele III, dove anche allora come oggi l'intenzione era quella di valorizzare l'attività di artisti nati ed operanti in suolo italiano.

Il periodo storico in cui operano gli Scapigliati, il ventennio 1860/80, è un crocevia di suggestioni, inquietudini, contestazioni e contraddizioni in cui si contaminano, seppure in modo conflittuale, impressionismo, espressionismo, decadentismo, divisionismo, futurismo, nella ricerca di un nuovo linguaggio più adeguato ad esprimere una realtà drammaticamente diversa da quella proposta dalla imperante morale clericale e borghese e dalla retorica patriottica.
Per saperne di più sulla Scapigliatura leggi qui.

Né altro artista del gruppo parrebbe più adatto di Cremona per delineare le caratteristiche essenziali del movimento, i suoi dipinti, centrati sulla figura umana, denunciano un residuo romantico venato da simbolismo che declinerà a breve nel decadentismo, un virtuosismo talvolta compiaciuto che ignora ogni regola formale, mentre la pennellata morbida, sporca e filamentosa anticipa modalità tecniche del primo futurismo.

Con la copiosa eredità lasciataci sotto forma di scritti oltre a un pregevole catalogo di opere pittoriche, Cremona rappresenta una sorta di 'voce narrante' che guida i visitatori lungo il percorso espositivo tra le 50 opere in mostra suddivise tra pittura, scultura, letteratura e musica.

Sulla scia di un racconto pittorico integrato da approfondimenti letterari e musicali, la mostra riesce a far rivivere l'atmosfera effervescente, entusiasta, trasgressiva e provocatoria che si respirava in un gruppo di giovani artisti (tutti fra i venti e i trentacinque anni), uniti nella volontà di esprimere ciascuno col proprio linguaggio le crisi e le contraddizioni in cui gli ideali risorgimentali e indipendentisti, rivelatisi deludenti ed inadeguati, si erano arenati, impigliandosi nel perbenismo ipocrita e conformista di una società non pronta a rinunciare ai propri privilegi economico-sociali ed alle proprie fasulle certezze.

Pavia
Scuderie del Castello Visconteo
Tranquillo Cremona e la Scapigliatura
dal 26 febbraio 2016 al 5 giugno 2016
link:
La mostra

DE ARCHITECTURA
di Pietro Pagliardini


blog di Efrem Raimondi


blog di Nicola Perchiazzi
 







RIFLETTORI SU...

Carlo Carrà,
"La Galleria di Milano"


 
 

© Tutto il contenuto del sito è protetto dalle leggi sul Copyright.Tutti i diritti sulle immagini e sui testi pubblicati sono riservati agli autori e sia immagini che testi non possono essere riprodotti senza il loro consenso. Le immagini presenti tratte da internet hanno esclusiva funzione di documentazione ed informazione, mancando in via assoluta ogni finalità di lucro, nel rispetto dell'art. 70 comma 1 bis, L. 633/1941. Qualora la loro pubblicazione violasse diritti d'autore, esse verranno prontamente rimosse previa richiesta. Responsabile del sito: dr.arch. Vilma Torselli.