home
arte
architettura
arte moderna
art reader
fotografia
nuove tendenze
nonsoloarte
pillole
purezza formale
concorsi
eventi e mostre
artisti
collaborazioni
testi
links
contatti

  APPUNTI  
Testi e commenti di Vilma Torselli su Antithesi, giornale di critica d'architettura. In Artonweb l'articolo più letto:Potsdamer Platz
  FOCUS ON  
Libri
L’ ora d'arte” di Tommaso Montanari, quadri, sculture e graffiti per raccontare il fondamentale ruolo civile che, oggi piú che mai, la bellezza è chiamata a ricoprire.
Musei
Nuovo Museo del Design Italiano della Triennale di Milano, esposte le icone del disegno industriale create quando Milano si è trasformata in capitale del design.

Concorsi
EneganArt indice il concorso nazionale 2019 R-Evolution, per promuovere l’arte attuale italiana e il patrimonio artistico nazionale. Scadenza 31 luglio 2019.

Premi
Antonio Aragón Renuncio vince per il 2018 il premio del concorso fotografico “Foto dell’anno UNICEF".

In Italia
Milano, al Mudec "Roy Lichtenstein", in mostra circa 100 opere, dall'1 maggio all'8 settembre 2019.

All'estero
A Berlino, a Weimar, a Dessau ed in molte altre nazioni le principali iniziative per celebrare i 100 anni dalla fondazione della Bauhaus.

  CERCA NEL SITO  

Città di Castello, Andy Warhol. I never read, I just look at pictures.
dal 30 agosto al 27 ottobre 2013
recensione di Simonetta Riccardini
In mostra più di 70 opere dell'artista, realizzate dal 1959 al 1987.

Il 30 agosto 2013 si è tenuta a Città di Castello l’inaugurazione della mostra Andy Warhol. I never read, I just look at pictures ospitata presso le sale della Pinacoteca Comunale che resterà aperta fino al 27 ottobre 2013.
L’esposizione ripercorre l’attività dell’artista più rappresentativo della pop art dal 1959 al 1987. le opere esposte sono più di settanta e provengono dalla collezione Rosini Gutman.
Andy Warhol, nato nel 1928 a Pittsburg da genitori cecoslovacchi e morto nel 1987 a New York, era l’ artista pop per eccellenza, come un pubblicitario esperto era in grado di trasformare ogni sua  opera in simbolo e ogni sua frase in motto, come la stessa frase che dà il titolo alla mostra.
Riuscì così ad  immortalare l’immaginario collettivo del periodo che va dalla fine degli anni cinquanta alla fine degli anni ottanta del novecento.

Il percorso di questa  mostra ci permette di  comprendere il suo modo di intendere e fare arte,  attraverso alcune delle opere sue più famose  che sono divenute ormai  icone della pop art e del ventesimo secolo, come i ritratti di Elizabeth Taylor, di Marylin, di Liza Minnelli, La Campbell’s Soup e la serie di Flowers.
Sono presenti anche pezzi meno noti come una serie di  piccole serigrafie di animali che  avvicinano ad una dimensione più intima ed  inconsueta per l'artista statunitense.

Nella terza sala  troviamo Gem un opera poco conosciuta e assolutamente glamour, in cui la polvere di diamanti unita ad acrilico azzurro  rende la superficie scintillante e cangiante ad ogni minima variazione di prospettiva e di luce.
Infine nell’ultima sala sono esposte  le cover di Lp tra le più famose realizzate da Warhol, come Sticky Fingers dei  Rolling Stones, Live in Carnagie Hall di Liza Mannelli, Aretha di Aretha Franlkyn, in un allestimento multimediale che vede la riproduzione dei brani contenuti negli album associata ad un gioco di luci.

I curatori della mostra sono Emidio De Albentiis e Romano Boriosi.
La mostra sta avendo un grande successo di pubblico, quasi mille visitatori in poco più di 6 giorni tra i quali molti stranieri. Inoltre ha registrato la visita di insigni e autorevoli personaggi del mondo dell'arte e della cultura.


Sede: Palazzo Vitelli alla Cannoniera
          Via della Cannoniera 22/a
Orari mostra: 10.00 – 13.00/ 14.30 – 18.30
Chiuso il lunedì
Informazioni tel. 075 8554202 – 075 8520656


DE ARCHITECTURA
di Pietro Pagliardini


blog di Efrem Raimondi


blog di Nicola Perchiazzi
 







RIFLETTORI SU...


Marcel Duchamp,"Nu descendant l'escalier n.2"



 

 
 

© Tutto il contenuto del sito è protetto dalle leggi sul Copyright.Tutti i diritti sulle immagini e sui testi pubblicati sono riservati agli autori e sia immagini che testi non possono essere riprodotti senza il loro consenso. Le immagini presenti tratte da internet hanno esclusiva funzione di documentazione ed informazione, mancando in via assoluta ogni finalità di lucro, nel rispetto dell'art. 70 comma 1 bis, L. 633/1941. Qualora la loro pubblicazione violasse diritti d'autore, esse verranno prontamente rimosse previa richiesta. Responsabile del sito: dr.arch. Vilma Torselli.