home
arte
architettura
arte moderna
art reader
fotografia
nuove tendenze
nonsoloarte
pillole
purezza formale
concorsi
eventi e mostre
artisti
collaborazioni
testi
links
contatti

  APPUNTI  
Testi e commenti di Vilma Torselli su Antithesi, giornale di critica d'architettura. In Artonweb l'articolo più letto: La linea curva
  FOCUS ON  
Libri
L’arte nel cesso. Da Duchamp a Cattelan, ascesa e declino dell'arte contemporanea” di Francesco Bonami: all'arte contemporanea non bastano più le idee che cercano di essere una più rivoluzionaria dell'altra perché ha esaurito il suo potere di stupire.
Musei
A Serra San Quirico (AN), Nuovo Museo di arte contemporanea per celebrare i 20 anni del Premio Ermanno Casoli ed esporre le opere di tutti i vincitori fino ad oggi.

Concorsi
Pontenure (PC), concorso per un progetto pilota di arredi urbani lungo i cammini storici del tratto piacentino della via Francigena e del Cammino di San Colombano.

Premi
Mies van der Rohe 2019, premio biennale per l'architettura assegnato dalla UE, premiati Lacaton & Vassal architectes, Frédéric Druot Architecture e Christophe Hutin Architecture.

In Italia
Matera, la mostra "Salvador Dalí- La Persistenza degli Opposti", nel Complesso Rupestre di Madonna delle Virtù e San Nicola dei Greci. Fino al 30 novembre 2019.

All'estero
Parigi, al Musée National Picasso-Paris "Picasso, Obstinément Méditerranéen", il Mediterraneo nella vita e nelle opere di Pablo Picasso. Fino al 6 ottobre 2019.

  CERCA NEL SITO  

Il mondo a occhi chiusi
di Ferruccio Giromini
fino al 14 luglio 2006
Qui, visti da vicino, ci sono un gallo e una gallina che civettano tra loro, e garbate colombelle, e bei pescioni brillanti. Lì, più da lontano, colline piene e soffici come cuscini, e alberi pieni di colore, e casette allegre come nelle favole, e sottili fette di luna come meloni.






Tra qui e lì, ecco bimbetti grassottelli e fidanzatini gaiamente cicciotti che corrono, ruzzolano, ballano, s'abbracciano, si baciano, giocano beati.
Ma che bellezza, poter disporre di fantasie tanto limpide e serene, poter immaginare un mondo basato su affetti diretti (elementari, proprio come le scuole primarie) e poter distribuire ad altri, subito riconoscenti, tanti puri sentimenti di calore attraverso il colore!
L'arte di Carlotta Castelnovi nasce proprio da qui: dal rendere accessibile a chiunque gli incanti resuscitati dell'infanzia, gli stupori di tiepide primavere dimenticate, l'allegria senza un perché. La sua espressività figurativa oscilla sul filo sottile tra pittura e illustrazione (come nelle eterne ricreazioni di Lele Luzzati, come nelle classi indisciplinate di Chiara Rapaccini, come nelle vacanze incantate di Tullio Pericoli, come nei profumati parchi degli amoureux di Peynet), ma lei è una vigilatrice equilibrata, che perdona tutti, anche i più turbolenti, e alla fine tutti mette a letto con l'atteso e tranquillizzante bacio della buonanotte.
Quando si chiudono le palpebre e al buio gli occhi cominciano a sognare. Tornando tutti bambini, tornando tutti innamorati, la realtà si accende e si trasfigura. Vediamo il mondo dal basso, guardiamo la realtà con dolcezza. E i motivi floreali della tappezzeria si trasformano in volute di fronde appena mosse dal vento. E le piastrelle si cambiano in selciati. E i fiori diventano cuori. E gli spigoli si smussano in morbide rotondità. E ogni anoressia è dimenticata, per scivolare in un vivo appetito spensierato. Questa vita ce la godiamo davvero.
E allora via, dài, a raccontarlo anche agli altri. Corriamo giù per queste discese, rincorriamoci su per quelle salite, acchiappiamoci accaldati e baciamoci sulle guance arrossate dal fiatone: mentre questo mondo fantastico esplode tutt'intorno (le due dimensioni non gli bastano più: eccolo sbocciare in alto, in basso, di lato, davanti, ora definitivamente tridimensionale), mentre anche i nostri corpi si fanno più floridi, mentre gli odori si fanno più profumati, e c'è nell'aria una specie di musica che non ti fa star fermi i piedi.
Interrompendo il girotondo, barcollanti di contentezza, ci si stringerà ancora gli uni agli altri, sempre ad occhi chiusi - sempre ad occhi chiusi guardando fisso il sogno, vedendo conflagrata ogni immaginazione - sempre ad occhi chiusi baciandoci, del bacio più bello - sempre ad occhi chiusi, mentre Carlotta sorride.

Genova
Galleria d'arte Il Basilisco
Vico del Duca 24 r, 16124
15 giugno - 14 luglio 2006
orari: lunedì 15.30-19.30
da martedì a sabato 9.30-12.30 e 15.30-19.30
giovedì orario continuato su appuntamento

Per maggiori informazioni
http://www.ilbasilisco.info/


DE ARCHITECTURA
di Pietro Pagliardini


blog di Efrem Raimondi


blog di Nicola Perchiazzi
 







RIFLETTORI SU...

Carlo Carrà,
"La Galleria di Milano"


 
 

© Tutto il contenuto del sito è protetto dalle leggi sul Copyright.Tutti i diritti sulle immagini e sui testi pubblicati sono riservati agli autori e sia immagini che testi non possono essere riprodotti senza il loro consenso. Le immagini presenti tratte da internet hanno esclusiva funzione di documentazione ed informazione, mancando in via assoluta ogni finalità di lucro, nel rispetto dell'art. 70 comma 1 bis, L. 633/1941. Qualora la loro pubblicazione violasse diritti d'autore, esse verranno prontamente rimosse previa richiesta. Responsabile del sito: dr.arch. Vilma Torselli.