home
arte
architettura
arte moderna
art reader
fotografia
nuove tendenze
nonsoloarte
pillole
purezza formale
concorsi
eventi e mostre
artisti
collaborazioni
testi
links
contatti

  APPUNTI  
Testi e commenti di Vilma Torselli su Antithesi, giornale di critica d'architettura.
L'articolo più letto in Artonweb:"La pittura murale".
  FOCUS ON  
Libri
"Arte dal 1900. Modernismo, antimodernismo, postmodernismo" di Hal Foster, Rosalind Krauss, Yve-Alain Bois, una guida pratica e ricca di notizie, riferimenti, approfondimenti sull'arte contemporanea.
Musei
Classe (RA), “Classis Ravenna”, nuovo Museo della Città e del Territorio nella ristrutturata sede dell’ex zuccherificio di Classe, con ricostruzioni grafiche e tridimensionali, filmati, plastici.

Concorsi
"Attra\verso San Cristoforo", a Milano concorso internazionale per progettare la connessione ciclo-pedonale dei quartieri Lorenteggio/Giambellino e Ronchetto sul Naviglio. 1° premio € 40.000,00.
Scadenza 3 aprile 2019.

Premi
Assegnato a Intesa Sanpaolo il premio "Innovation in Corporate Art" per essersi distinta fra i protagonisti del mecenatismo istituzionale, aziendale e privato.

In Italia
Reggio Emilia,"Jean Dubuffet, l'arte in gioco. Materia e spirito 1943-1985”, 140 opere tra dipinti, disegni, grafiche, sculture, libri d'artista ed altro ancora. Fino al 3 marzo 2019.

All'estero
Berlino, Brücke Museum, "Ernst Ludwig Kirchner. Gli anni svizzeri", capolavori dalla collezione E.W. Kornfeld. Fino al 31 marzo 2019.

  CERCA NEL SITO  

Carmen de Maio, meridionale di nascita ma lombarda di adozione dal 1957 quando si trasferisce con la famiglia a Milano, fin da bambina è attratta dalla pittura, privilegiando la tecnica ad acquarello su carta.
Autodidatta, adotta un linguaggio minutamente descrittivo, attento ai particolari sia grafici che cromatici, al tempo stesso stemperato dall'uso di tonalità tenui, soffuse, polverose, per un esito pittorico che lei stessa definisce 'nebbioso' e che ammanta la visione della realtà così veristicamente raffigurata di un alone misterioso, fiabesco e nostalgico.

La scelta formale appare particolarmente opportuna per raccontare in chiave personale ed intimista una città amata che attraversa oggi un rapido cambiamento, destinata a perdere per sempre le peculiarità più care a chi la vive da tanto tempo, la Milano dei navigli, delle piccole piazze di quartiere, dei vecchi ponti dismessi, percorsa da tram pazienti e sferraglianti lungo l'intrico dei binari che ancora si intrecciano sul selciato delle sue strade.
E proprio il tram diventa tema ricorrente nella pittura di Carmen de Maio per la sua costante presenza nell'immaginario collettivo degli abitanti, mentre i percorsi dei tram diventano tracce lungo le quali scoprire la città e fermarne momenti di vita, scorci dimenticati, bellezze nascoste.

Per Milano, il tram è un elemento distintivo e indispensabile, un po' come la gondola per Venezia o i taxi gialli per New York, tanto da essere entrato a far parte del paesaggio urbano e divenire simbolo del movimento, della vitalità e dell'insonnia di una città che non dorme mai, dove, dal buio della notte o dalla velatura della nebbia, a salvarti dalla solitudine, dalla paura, dalla pioggia spunta sempre un tram, rassicurante e allegro nella vivacità dei suoi colori, un vecchio amico che non delude mai.

La preferenza dell'artista va alla mitica serie 1500 (nota anche come 'la ventotto' perché inaugurata nel 1928), vivacemente vestita in livrea arancio o giallo crema-arancio, lo stesso modello ancora in uso nella città di San Francisco, direttamente importato dall’Italia come è avvenuto per Bruxelles e Madrid.
Rappresentata in molteplici varianti, nella neve, nella pioggia, sotto fogliami rossi d'autunno, verdi d'estate, in ironico confronto con l'imponente EuroTram 7021, negli acquarelli di Carmen de Maio la 1500 funziona come una sorta di attivatore della memoria, veicolo (e non solo in senso figurato) per ricreare l'atmosfera retrò di storiche vie milanesi, anche quelle dove oggi il tram non passa più, dove con i binari sono stati rimossi anche ricordi e memorie.

L'artista dice di sé: "Non credo nella mia bravura e tendo ad essere molto autocritica pur avendo riscontri più che positivi nelle poche mostre che ho fatto ed in particolare in occasione nella 'Via degli artisti' sui navigli milanesi durante EXPO 2015". Ed un'altra gratificante conferma arriva dalla mostra appena conclusa, dove Carmen di Maio è stata premiata tra i primi 5 classificati su 130 artisti partecipanti.

per saperne di più: Sito personale di Carmen de Maio

Mostre di Carmen de Maio (aggiornamento a marzo 2017)
  • 2015 collettiva di pittura "Via degli artisti", in occasione di EXPO 2015, Navigli, Milano

  • 2016 collettiva di pittura, premiata tra i primi 5 classificati su 130 partecipanti, Naviglio Grande, Milano

  • 2017 personale di pittura, presso "PausaMi" via Villoresi 11, Milano

DE ARCHITECTURA
di Pietro Pagliardini


blog di Efrem Raimondi


blog di Nicola Perchiazzi
 








RIFLETTORI SU...


Jean René Bazaine, "Peinture"


Jean René Bazaine (1904 - 2001) è personaggio poliedrico, con interessi sia nelle arti visive che nella letteratura, amico di Marcel Proust e ...... continua

 
 

© Tutto il contenuto del sito è protetto dalle leggi sul Copyright.Tutti i diritti sulle immagini e sui testi pubblicati sono riservati agli autori e sia immagini che testi non possono essere riprodotti senza il loro consenso. Le immagini presenti tratte da internet hanno esclusiva funzione di documentazione ed informazione, mancando in via assoluta ogni finalità di lucro, nel rispetto dell'art. 70 comma 1 bis, L. 633/1941. Qualora la loro pubblicazione violasse diritti d'autore, esse verranno prontamente rimosse previa richiesta. Responsabile del sito: dr.arch. Vilma Torselli.