home
arte
architettura
arte moderna
art reader
fotografia
nuove tendenze
nonsoloarte
pillole
purezza formale
concorsi
eventi e mostre
artisti
collaborazioni
testi
links
contatti

  APPUNTI  
Testi e commenti di Vilma Torselli su Antithesi, giornale di critica d'architettura.
L'articolo più letto in Artonweb:"Milano è una brutta e mal combinata città...".
  FOCUS ON  
Libri
Di Donald A. Norman, padre del ''design antropocentrico”, “La caffettiera del masochista”, inganni e paradossi della cattiva tecnologia negli oggetti di uso quotidiano.
Musei
San Marino, inaugurato presso le Logge dei Volontari il nuovo Museo d’arte moderna che raccoglie oltre mille opere del ‘900 italiano.

Concorsi
Urban Stone Contest, concorso di idee per la progettazione di una seduta urbana da stampare in 3D capace di migliorare l’esperienza del vivere e rilassarsi all’aperto.
Scadenza 30 agosto 2018.

Premi
Premio Pritzker 2018 all'architetto indiano Balkrishna Doshi, collaboratore di Le Corbusier e di Louis Kahn, per i suoi progetti di abitazioni a basso costo.

In Italia
Milano, a Palazzo Reale e altre sedi in città, “Alik Cavaliere. L'universo verde”, mostra diffusa di arte contemporanea.
Fino al 9 Settembre 2018.

All'estero
Potsdam, Museo Barberini , "Gerhard Richter: Abstraction" , in mostra 80 dipinti dagli anni '60 ad oggi.
Fino al 21 ottobre 2018.

  CERCA NEL SITO  

Gli acquerelli di Thomas Gasperi Knapp
di Riccardo Ianniciello *
pubblicato il 20/02/2018

Una precisa ricerca sulla materia viva della natura amata e vissuta, una scelta radicale, una resa incondizionata a principi ispiratori interiori e personali non contaminati dalle mode correnti e dai temi facili della cultura massificata.

In una realtà sempre più mercificata ben vengano autori profondamente ispirati la cui arte non è il frutto artefatto dell’improvvisazione o di idee di tendenza impunemente scimmiottate, bensì di un personale sofferto e consapevole percorso. I soggetti stessi trattati dall’artista rivelano il valore di una precisa ricerca: non temi astratti e indecifrabili che sovente troviamo nell’arte odierna, ma la materia viva della natura amata e vissuta, quella natura delle Alpi trentine in cui possiamo leggere i segni discreti dell’uomo, con le case umili dei contadini e i borghi di medievale memoria.
Gli acquerelli di Thomas Gasperi Knapp si possono accostare a quelli degli impressionisti Pissarro, Monet e Gauguin rispetto ai quali però le immagini, i contorni sono meno definiti: si direbbero sfumati, nebulosi, elementi che conferiscono al paesaggio particolari suggestioni e risonanze evocative. Solo alcuni acquerelli di Cèzanne richiamano significativamente i lavori del nostro autore, mentre con i pittori attuali possiamo cogliere delle assonanze con l’acquarellista Mario Piana.

La visione di Thomas Gasperi Knapp presuppone una scelta radicale o per meglio dire una resa incondizionata: l’arte infatti non può essere soggetto – oggetto di speculazione.
In questo senso abbiamo un autore animato da una tensione artistica vera, capace di rimanere fermo ai suoi principi ispiratori e di non lasciarsi irretire dalle mode correnti e dai temi facili della cultura massificata.
In altre parole, Thomas Gasperi Knapp, rifiutando di abbracciare percorsi di tendenza indefinibili e di dubbio valore che oggi vanno per la maggiore, ha seguito la sua voce interiore, i suoi personali canoni estetici e creativi. Se poi questo cammino s’incrocia con l’impressionismo francese, traendone inconsapevole linfa, pur discostandosene al tempo stesso per taluni significativi aspetti – si pensi alle atmosfere evanescenti e brumose in cui sono immersi i suoi paesaggi –  ci troviamo di fronte a una ricerca artistica particolarmente innovativa e stimolante.
 
Occorre inoltre sottolineare che, oltre alla profonda conoscenza per la materia trattata, Thomas Gasperi Knapp rivela una raffinata cultura personale, un aspetto questo che raramente si riscontra negli artisti contemporanei. Dunque pittore d’eccezione, maestro sapiente della difficile tecnica dell’acquerello, straordinario cantore della sua terra e interprete sensibile del nostro tempo: non a caso i suoi quadri compaiono in qualche collezione privata d’una certa importanza a dimostrazione del valore conferito alla sua arte.

Riccardo Ianniciello
scrittore, critico letterario

**************
*Riccardo Ianniciello, pubblicazioni: Passeggiando (e pensando) nelle terre del Bussento (Galzerano, 2007); Elogio della semplicità - Henry David Thoreau: la natura come Musa ispiratrice (Galzerano, 2008); Henry David Thoreau: la filosofia dell’essere (Arianna, 2009); I Fuegini della Terra del Fuoco (Quattroventi, 2010); La cospirazione dei pugnalatori (Aracne, 2014); Racconti e favole per bambini (Aracne, 2017).
Tra le diverse collaborazioni quella a La Repubblica di Napoli in qualità di critico letterario.
© Copyright Thomas Gasperi Knapp

DE ARCHITECTURA
di Pietro Pagliardini


blog di Efrem Raimondi


blog di Nicola Perchiazzi
 








RIFLETTORI SU...


Joan Miro', "La poetessa"



Metafisico bisogno di astrazione ed un mai dimenticato amore per la materia, i due poli fra i quali oscilla la poetica di un grande surrealista...... continua

 

 
 

© Tutto il contenuto del sito è protetto dalle leggi sul Copyright.Tutti i diritti sulle immagini e sui testi pubblicati sono riservati agli autori e sia immagini che testi non possono essere riprodotti senza il loro consenso. Le immagini presenti tratte da internet hanno esclusiva funzione di documentazione ed informazione, mancando in via assoluta ogni finalità di lucro, nel rispetto dell'art. 70 comma 1 bis, L. 633/1941. Qualora la loro pubblicazione violasse diritti d'autore, esse verranno prontamente rimosse previa richiesta. Responsabile del sito: dr.arch. Vilma Torselli.