home
arte
architettura
arte moderna
art reader
fotografia
nuove tendenze
nonsoloarte
pillole
purezza formale
concorsi
eventi e mostre
artisti
collaborazioni
testi
links
contatti

  APPUNTI  
Testi e commenti di Vilma Torselli su Antithesi, giornale di critica d'architettura. In Artonweb l'articolo più letto: La linea curva
  FOCUS ON  
Libri
L’arte nel cesso. Da Duchamp a Cattelan, ascesa e declino dell'arte contemporanea” di Francesco Bonami: all'arte contemporanea non bastano più le idee che cercano di essere una più rivoluzionaria dell'altra perché ha esaurito il suo potere di stupire.
Musei
A Serra San Quirico (AN), Nuovo Museo di arte contemporanea per celebrare i 20 anni del Premio Ermanno Casoli ed esporre le opere di tutti i vincitori fino ad oggi.

Concorsi
Pontenure (PC), concorso per un progetto pilota di arredi urbani lungo i cammini storici del tratto piacentino della via Francigena e del Cammino di San Colombano.

Premi
Mies van der Rohe 2019, premio biennale per l'architettura assegnato dalla UE, premiati Lacaton & Vassal architectes, Frédéric Druot Architecture e Christophe Hutin Architecture.

In Italia
Matera, la mostra "Salvador Dalí- La Persistenza degli Opposti", nel Complesso Rupestre di Madonna delle Virtù e San Nicola dei Greci. Fino al 30 novembre 2019.

All'estero
Parigi, al Musée National Picasso-Paris "Picasso, Obstinément Méditerranéen", il Mediterraneo nella vita e nelle opere di Pablo Picasso. Fino al 6 ottobre 2019.

  CERCA NEL SITO  

Alien
di Vilma Torselli
pubblicato il 09/3/2006
"Le case dureranno meno di noi. Ogni generazione dovrà fabbricarsi la sua città…..." (A. Sant'Elia, "L'architettura futurista", Milano, 11 luglio 1914.)




C'era una volta il Teatro alla Scala, c'era una volta la Fenice di Venezia, il Teatro Carlo Felice a Genova, c'erano, ma da qualche tempo nelle città italiane si sta insediando una stirpe di body-snatchers che si appropriano della realtà urbanistica e la sostituiscono con cloni decerebrati privi di identità.

Organismi ibridi, creature mostruose generate da moderni Frankenstein dai nomi apparentemente normali ed innocui (Mario Botta o Aldo Rossi, per esempio) armati di tecnigrafo e sofisticati software grafici, giganteschi AGM (Architetture Geneticamente Modificate) dei quali si ignorano gli effetti collaterali a lungo termine, gli ultracorpi sono tra noi!

Nuova tipologia architettonico-urbanistica in attesa di definizione, non una ristrutturazione, della quale risulta ben più complessa e radicale, non un restauro, che modernamente inteso implicherebbe un atteggiamento filologico di rispetto dell'identità stilistica del bene, non una nuova costruzione, abortita sul nascere da aprioristici condizionamenti conservativi, gli ultracorpi sono un'architettura aliena forzatamente coltivata in contesti urbanistici insostenibili, che si impone per la non appartenenza alla memoria del luogo, per l'inadeguatezza a manifestare il suo tempo, per l'incapacità di produrre ulteriore memoria e identità.

Frutto di una mentalità specificamente italiana, gli ultracorpi sono metafora di una società tendente alla mummificazione della memoria, in assenza di una illuminata capacità di discernimento che, evangelicamente, separi il grano dal loglio nella consapevolezza che "La memoria va oltre il rapporto tra estetica e documentazione e implica la scelta: l'operazione che ci permette di distinguere ciò che merita di essere conservato da ciò che invece può essere dimenticato." (Giuseppe Cristinelli, ordinario di Restauro Architettonico all’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, vicepresidente del Comitato Cracovia 2000).

Poiché, per malaugurata coincidenza, l'accanimento conservativo concerne spesso architetture di limitato valore artistico, l'ultracorpo trova facile nutrimento in modesti residui monumentali che interiorizza con postmodernismi aldorossiani e svizzerate bottiane, per generare strutture aliene ad alta componente tecnologica degne dell'iperspazio fantascientifico di un video-game.

A quando l'arrivo di terminator dal cyberspazio per completare la colonizzazione?


DE ARCHITECTURA
di Pietro Pagliardini


blog di Efrem Raimondi


blog di Nicola Perchiazzi
 







RIFLETTORI SU...

Carlo Carrà,
"La Galleria di Milano"


 
 

© Tutto il contenuto del sito è protetto dalle leggi sul Copyright.Tutti i diritti sulle immagini e sui testi pubblicati sono riservati agli autori e sia immagini che testi non possono essere riprodotti senza il loro consenso. Le immagini presenti tratte da internet hanno esclusiva funzione di documentazione ed informazione, mancando in via assoluta ogni finalità di lucro, nel rispetto dell'art. 70 comma 1 bis, L. 633/1941. Qualora la loro pubblicazione violasse diritti d'autore, esse verranno prontamente rimosse previa richiesta. Responsabile del sito: dr.arch. Vilma Torselli.