home
arte
architettura
arte moderna
art reader
fotografia
nuove tendenze
nonsoloarte
pillole
purezza formale
concorsi
eventi e mostre
artisti
collaborazioni
testi
links
contatti

  APPUNTI  
Testi e commenti di Vilma Torselli su Antithesi, giornale di critica d'architettura. Il più letto in Artonweb: fotografia
  FOCUS ON  
Libri
American Art 1961-2001 la storia dell'arte moderna negli Stati Uniti tra due momenti decisivi della storia americana, la guerra del Vietnam e l'attacco alle Torri Gemelle.
Musei
Milano, apre il Museo delle Illusioni, con incredibili installazioni, illusioni visive, giochi e rompicapi.

Concorsi
Concorso artistico Lucca Biennale Cartasia 2022, tema conduttore di questa edizione “The white page” (pagina bianca), le infinite possibilità per gli artisti di raccontarsi tramite le opere in carta.

Premi
I vincitori del Premio Pritzker per l'architettura 2021 sono Anne Lacaton e Jean-Philippe Vassal: talento, visione e impegno per migliorare la vita delle persone.

In Italia
Al Palazzo Ducale di Genova, dal 9 settembre 2021 al 20 febbraio 2022 grande mostra di Maurits Cornelis Escher.

All'estero
Parigi, all’Espace Lafayette-Drouot "The World of Bansky”, su 1200 mq. esposte un centinaio di opere del più famoso street artist del mondo. Fino al 31 dicembre 2021.

Roma, Damien Hirst, "Archaeology now"
di Vilma Torselli
dall'8 giugno al 7 novembre 2021
Damien Hirst alla Galleria Borghese, dialogo con i capolavori conservati negli spazi della Galleria più famosa del mondo.

Si deve al cardinale Scipione Borghese, nipote di Papa Paolo V, la splendida dimora suburbana che ospita oggi l'ultima produzione di Damien Hirst. La mostra, a cura di Anna Coliva, direttrice uscente, e Mario Codognato, espone 80 opere dalla serie "Treasures from the Wreck of the Unbelievable" sparse in tutti i due piani del museo: l'ennesima provocazione di un inguaribile enfant terrible, un omaggio ad un paese culla della cultura romana classica e della pittura italiana del Rinascimento e del Seicento, il frutto di una ricerca condotta dall’artista negli ultimi vent’anni sulle possibilità espressive di materiali per lui inediti come bronzo, marmo di Carrara e malachite.
Molte ed insondabili le motivazioni, fra le quali la falsa leggenda, fatta circolare dallo stesso Hirst, su una fantomatica, antica nave sulla quale uno schiavo arricchito trasportava per il mediterraneo preziose opere d'arte, nave fortuitamente ritrovata nel 2008, il che spiegherebbe la presenza di coralli, conchiglie e piante marine sulle opere esposte.
Del resto Damien Hirst ci ha da tempo abituati ai suoi colpi di genio.

Assecondando la ricca e originale decorazione museale realizzata grazie ad una straordinaria varietà di materiali e colori, marmi, stucchi, mosaici, Hirst si affida alla magia del luogo inventando tecniche inedite e complesse e costruendo una narrazioine che travalica secoli di storia per unire passato e presente nel nome dell'arte.
Presenti i dipinti della serie "Colour Space", esposti in Italia per la prima volta, dove Hirst esplora la relazione con i punti. Le opere sono costituite da un gran numero di cerchi dai colori vivaci a stretto contatto su grandi tele di dimensioni variabili, i punti si sovrappongono accidentalmente e la vernice schizza come a indicare l'impulsività tutta umana in un dipinto solo apparentemente ripetitivo.
Notevole e di grande impatto visivo l'imponente scultura "Hydra and Kali", collocata nello spazio esterno del Giardino Segreto dell'Uccelliera.

Come sempre il confronto con questo artista è spiazzante, irriverente, dirompente, traumatico e rappresenta l'occasione per riflettere sul concetto di classicità, di antichità, di arte.
E come sempre, per giudicare Damien Hirst bisogna affidarsi all'emozione ed interrogarsi su ciò che si prova davanti alle sue opere, davanti agli intriganti ammiccamenti che ci inviano, ai messaggi talvolta macabri, talvolta ferocemente veritieri, esagerati, clamorosi, scandalosi e gridati.......... e capire se, verosimilmente, arte può voler dire anche questo.

Il progetto è stato reso possibile grazie al generoso supporto di Prada, che indaga gli ambiti di ricerca come l’arte, l’architettura, la filosofia, la letteratura con l’obiettivo di elaborare linguaggi e progetti innovativi.

Roma, Galleria Borghese
Piazzale del Museo Borghese
dall'8 giugno al 7 novembre 2021
link:
Damien Hirst

 


DE ARCHITECTURA
di Pietro Pagliardini


blog di Efrem Raimondi


blog di Nicola Perchiazzi
 







RIFLETTORI SU...



Lucian Freud,
"Reflection" (self portrait)

 

 
 

© Tutto il contenuto del sito è protetto dalle leggi sul Copyright.Tutti i diritti sulle immagini e sui testi pubblicati sono riservati agli autori e sia immagini che testi non possono essere riprodotti senza il loro consenso. Le immagini presenti tratte da internet hanno esclusiva funzione di documentazione ed informazione, mancando in via assoluta ogni finalità di lucro, nel rispetto dell'art. 70 comma 1 bis, L. 633/1941. Qualora la loro pubblicazione violasse diritti d'autore, esse verranno prontamente rimosse previa richiesta. Responsabile del sito: dr.arch. Vilma Torselli.