home
arte
architettura
arte moderna
art reader
fotografia
nuove tendenze
nonsoloarte
pillole
purezza formale
concorsi
eventi e mostre
artisti
collaborazioni
testi
links
contatti

  APPUNTI  
Testi e commenti di Vilma Torselli su Antithesi, giornale di critica d'architettura. In Artonweb l'articolo più letto: happening o arte comportamentale
  FOCUS ON  
Libri
Umberto Eco, "Storia della bellezza", non una semplice storia dell'arte né dell'estetica, ma di un'intera cultura dal punto di vista iconografico e letterario-filosofico.
Musei
Los Angeles, nuovo museo di Renzo Piano, "Academy Museum of Motion Pictures", recuperato da un ex grande magazzino danneggiato dal terremoto del 1987.

Concorsi
20° edizione per il Andreu World International Design Contest, concorso internazionale di design, per progettare una seduta e/o un tavolo in legno dal design sostenibile.
Scadenza 27/11/2020.

Premi
Assegnato il premio per la miglior opera di architettura al Comune di Morbio Inferiore per la Scuola dell’infanzia San Giorgio, progettata da Jachen Könz.

In Italia
Roma, al Quirinetta L’impossibile Modigliani. L’artista italiano e l’arte africana. Simbolo, opere, tecnologia”.
Dal 25/06/2020 al 10/01/2021 

All'estero
Parigi, Centre Pompidou, Henri Matisse nella retrospettiva più grande mai realizzata dagli anni '70. Fino al 31/8/2020.

Roma, Pablo Echaurren. Contropittura
di Vilma Torselli
dal 20/11/2015 al 3/4/2016
Una mostra che evidenzia, con un diversificato repertorio di temi, tecniche e citazioni il passaggio dell'artista dall'attività strettamente pittorica all'impegno nel sociale e nella politica.
Si apre a Roma una grande mostra a cura di Angelandreina Rorro delle opere di Pablo Echaurren, che vuole evidenziare, oltre all'attività pittorica dell'artista, anche il contributo culturale in senso più ampio dato dal suo pensiero alla contemporaneità mettendo l'accento sul periodo storico (a partire dal 1977) in cui Echaurren passa dall'attività strettamente pittorica all'impegno nel sociale e nella politica.

Da allora nella sua pittura si intrecciano le nuove, urgenti tematiche degli anni '80/90, sintetizzate in una serie di tele di vaste dimensioni, alcune mai esposte al pubblico, sui grandi eventi contemporanei e sulla problematica ambientale che proprio in quegli anni acquisisce consapevolezza nelle coscienze, accanto a collages composti provocatoriamente con frammenti di manifesti politici e pubblicitari.

Oltre 200 le opere esposte, prodotte dagli anni '70 ad oggi, fra tele, disegni, collage, fumetti, murales, bozzetti a partire dai lavori del suo esordio, i “quadratini”, acquerelli e smalti di piccole dimensioni raffiguranti i temi fondamentali sia personali che sociali di quegli anni vissuti tra politica, musica, scienze naturali, collezionismo: eseguita con questa modalità, grande popolarità raggiunge nel 1977 la cover del romanzo "Porci con le ali", vero cult tra i giovani di più di una generazione.
Echaurren è anche autore di saggi, romanzi, racconti, biografie di personaggi famosi.

Nato in Italia nel 1951, Pablo è figlio di Roberto Sebastián Antonio Matta Echaurren e fratellastro di Gordon Matta-Clark, anch'egli artista di fama e talento prematuramente scomparso all'età di 35 anni nel 1978, un tratto familiare, quello dell'arte, fortemente caratterizzante e non casuale, anche se i due figli, di madri differenti, ebbero entrambi rapporti conflittuali col padre con il quale cercarono forse un dialogo a distanza, peraltro impossibile, proprio attraverso il linguaggio dell'arte.

Indubbiamente la figura del padre proietta un'ombra ingombrante con la quale è difficile il confronto, Roberto Matta fu una figura cardine per la cultura visiva mondiale dagli anni '40 in poi, trait-d'union tra il Surrealismo europeo e l'Espressionismo astratto americano, inventore di un linguaggio surrealista-espressionista derivato dall'automatismo psichico ed integrato con forti componenti simboliste che ha allargato la tematica surrealista al di fuori dei confini del subconscio individuale, estendendola all'inconscio collettivo.

Due personalità sostanzialmente diverse fra loro i due figli, che però, forse attraverso l'eredità genetica e culturale ricevuta dal padre, esprimono nelle loro opere una comune ricerca di socialità, intesa come tentativo di coinvolgimento dello spettatore nell'opera, in Pablo con modalità più accentuatamente concettuali.

Della sua pittura, o, come è stata definita, la sua 'contropittura', lo stesso artista dice: "La caratteristica del mio lavoro è quella di non essermi fermato ad una singola forma espressiva ma di averle provate tutte. Io penso che l’arte e la creatività non siano una forma ma uno strumento per comunicare quello che tu pensi della realtà".
E il percorso espositivo allinea intenzionalmente un diversificato repertorio di temi, tecniche e citazioni, dalla più recenti "pitture da muro", al fumettismo, al graffitismo, alla street art, ad opere francamente concettuali, frutto di un universo lessicale senza confini che rifiuta specificazioni di genere, gerarchie, rigide divisioni tra forme creative, con un occhio ironico e critico sull’attuale sistema dell’arte, più attento al mercato che ai contenuti.
Roma
Pablo Echaurren. Contropittura
Gnam, Galleria nazionale d’arte moderna
Viale delle Belle Arti, 131
dal 20/11/2015 al 3/4/2016
Tel. +39 06 322981
e-mail:gan-amc@beniculturali.it
link
La mostra

DE ARCHITECTURA
di Pietro Pagliardini


blog di Efrem Raimondi


blog di Nicola Perchiazzi
 







RIFLETTORI SU...


Willem de Kooning
"Woman I"





 

 
 

© Tutto il contenuto del sito è protetto dalle leggi sul Copyright.Tutti i diritti sulle immagini e sui testi pubblicati sono riservati agli autori e sia immagini che testi non possono essere riprodotti senza il loro consenso. Le immagini presenti tratte da internet hanno esclusiva funzione di documentazione ed informazione, mancando in via assoluta ogni finalità di lucro, nel rispetto dell'art. 70 comma 1 bis, L. 633/1941. Qualora la loro pubblicazione violasse diritti d'autore, esse verranno prontamente rimosse previa richiesta. Responsabile del sito: dr.arch. Vilma Torselli.