home
arte
architettura
arte moderna
art reader
fotografia
nuove tendenze
nonsoloarte
pillole
purezza formale
concorsi
eventi e mostre
artisti
collaborazioni
testi
links
contatti

  APPUNTI  
Testi e commenti di Vilma Torselli su Antithesi, giornale di critica d'architettura. Il più letto in Artonweb:fotografia
  FOCUS ON  
Libri
Massimo Recalcati, "Il mistero delle cose. Nove ritratti di artisti", l'arte alla luce della psicanalisi per "far esistere il miracolo della pittura".
Musei
Milano, nuovo Museo di Arte Etrusca con un’incredibile sala ipogea creata dallo studio Mario Cucinella Architects.

Concorsi
III edizione del concorso di fumetto e illustrazione “Sensuability & Comics”, per informare e sensibilizzare sul tema della sessualità e della disabilità attraverso l'arte.
Scadenza 15 gennaio 2021.

Premi
La Giuria di In/arch, presieduta dal filosofo e allievo di Gillo Dorfles, Aldo Colonetti, ha conferito all’unanimità il Premio alla Carriera a Giuseppina Grasso Cannizzo.

In Italia
Cuneo, mostra nella Chiesa di San Francesco "E luce fu", opere di Giacomo Balla, Lucio Fontana, Olafur Eliasson, Renato Leotta.
Fino al 14 febbraio 2021.

All'estero
Ai musei d'Orsay e dell'Orangerie una mostra con una sessantina di dipinti e circa quaranta disegni, dedicata al cosiddetto “periodo Renoir” di René Magritte, dal 10 febbraio al 21 giugno 2021.

Neve
di Vilma Torselli
pubblicato il 17/09/2013
Un paesaggio senza una storia da raccontare, a nessuno, se non all'emotività di ciascuno.
© Efrem Raimondi. All rights reserved.
"..... Amargo caminar, porque el camino
pesa en el corazón! El viento helado,
y la noche que llega, y la amargura
de la distancia.... En el camino blanco
algunos yertos árboles negrean...."

(Antonio Machado, "Desnuda está la tierra")
Questa foto mi ha immediatamente richiamato alla memoria le foreste innevate di Anselm Kiefer, il tema, la solitudine, l'assenza di vita, la presenza totalizzante di un uniforme manto nevoso su una natura sospesa.
Nell'attesa muta, il gelo sterilizza l'emozione e tutto riporta entro i limiti di una sacralità solenne inviolata da orma umana, una calma perentoria che non ammette intrusioni.

Nel dipinto di Kiefer, nella foresta di Teutoburgo l'eco della battaglia tace, i personaggi sono nomi appesi agli alberi in un silenzio denso di parole, il sentiero si inoltra nel bosco verso un ignoto destino: niente tracce umane, la neve nasconde, assolve, cancella, la neve è un luogo "che ha un nome, che non ne ha", il suo colore è "il bianco che è in fondo a ciò che è senza fondo", così dice Maurice Blanchot, illimitato, mono-tono, mono-cromo, congela il paesaggio e ammutolisce il pensiero.

Nella foto di Efrem Raimondi, la scelta è eminentemente grafica, giocata su contrasti estremi, nero su bianco, segni scuri, piatti, sottratti alla naturalità del paesaggio, niente ombre, nessuna ricerca plastica, la profondità prospettica affidata alla sola variazione dimensionale, il tronco in primo piano, sfuocato, che divide equamente il campo bianco quasi ad indirizzare lo sguardo che si addentra, invano, dove l'oltre non riserva sorprese.

Una foto con grande potere di suggestione, più per quello che tace che per quello che dice.
Anselm Kiefer, "Varus" 1976
Anselm Kiefer, "Winterwald", 2010
Anselm Kiefer, "Untitled", 2006

link:
Blog di Efrem Raimondi
sito di Efrem Raimondi

DE ARCHITECTURA
di Pietro Pagliardini


blog di Efrem Raimondi


blog di Nicola Perchiazzi
 







RIFLETTORI SU...



Fernand Léger
"Donna in blu"




 

 
 

© Tutto il contenuto del sito è protetto dalle leggi sul Copyright.Tutti i diritti sulle immagini e sui testi pubblicati sono riservati agli autori e sia immagini che testi non possono essere riprodotti senza il loro consenso. Le immagini presenti tratte da internet hanno esclusiva funzione di documentazione ed informazione, mancando in via assoluta ogni finalità di lucro, nel rispetto dell'art. 70 comma 1 bis, L. 633/1941. Qualora la loro pubblicazione violasse diritti d'autore, esse verranno prontamente rimosse previa richiesta. Responsabile del sito: dr.arch. Vilma Torselli.