home
arte
architettura
arte moderna
art reader
fotografia
nuove tendenze
nonsoloarte
pillole
purezza formale
concorsi
eventi e mostre
artisti
collaborazioni
testi
links
contatti

  APPUNTI  
Testi e commenti di Vilma Torselli su Antithesi, giornale di critica d'architettura. In Artonweb l'articolo più letto: Il Muralismo
  FOCUS ON  
Libri
Maurizio Cinà, “Architettura quantica. La lettura dell'evento architettonico in ottica quantistica”, un parallelo tra il progetto d'architettura e quello che è successo al paradigma della fisica classica negli ultimi decenni.
Musei
A Parigi entro la fine del 2020 aprirà il primo Museo della fotografia storica con sei milioni di fotografie che abbracciano l’arco temporale 1858 - 2008.

Concorsi
Vienna, nuova scuola d'arte ad Am Hof, concorso di idee per studenti e professionisti per un nuovo distretto della cultura. Consegna entro il 10 aprile 2020.

Premi
Assegnato al fotografo rumeno Laurian Ghinitoiu il premio dell’ottava edizione degli Architectural Photography Awards per i migliori scatti di architettura del 2019.

In Italia
Roma, Spazio Eventi Tirso, "Frida Kahlo Il caos dentro", fotografie e opere, con la ricostruzione dei luoghi di Casa Azul, a Città del Messico, in cui Frida ha vissuto.
Fino al 29 marzo 2020.

All'estero
Barcellona, “I LOVE LEGO: mundos en miniatura”, un milione di moduli del mattoncino più celebre del mondo, passione di adulti e bambini.
Fino al 29 marzo 2020.

  CERCA NEL SITO  

Una curiosa vendita all'asta
di Vilma Torselli
pubblicato il 11/06/2007
Febbraio 2007: un'asta di 600mila dollari per un Pier Francesco Mola.
Una signora californiana, preoccupata dal fatto che la figlia maggiore avrebbe dovuto quanto prima recarsi al college e che la cosa avrebbe comportato un costo notevole per la sua non ricca famiglia, ha preso, un giorno dello scorso febbraio 2007, una fortunata decisione.

Quel giorno, che si sarebbe poi rivelato il più fortunato della sua vita, la signora decide infatti di vendere all'asta presso la Clars Auction Gallery di Oakland quella che riteneva essere una vecchia crosta senza valore, un dipinto ricevuto in eredità dalla nonna italiana e conservato nel garage di casa, tra vecchie cose in disuso prossime allo sgombero.

Come nelle fiabe più belle, la signora scopre che il dipinto non è affatto senza valore, poichè è attribuibile a Pier Francesco Mola (1612-1666), pittore barocco ticinese nato in una colta famiglia di mastri muratori e architetti a Colderio, sulle sponde del lago di Lugano e poi trasferitosi a Roma.

Artista di limitata produzione pittorica, di influenza veneta, bolognese e lombarda noto soprattutto per i paesaggi , le scene sacre e mitologiche ed una vena caricaturale del tutto originale, è quotato sul mercato dei collezionisti con cifre da capogiro, in alcuni casi vicine ai 3 milioni di dollari.

Piuttosto conosciuto negli ambienti degli addetti ai lavori, Mola è presente in molte collezioni pubbliche e private, come la prestigiosa collezione Koelliker di Milano.

La signora ricava infatti dalla vendita all'asta la somma di tutto rispetto di 600mila dollari.


DE ARCHITECTURA
di Pietro Pagliardini


blog di Efrem Raimondi


blog di Nicola Perchiazzi
 







RIFLETTORI SU...


George Braque
"Pianoforte e mandola"



 

 
 

© Tutto il contenuto del sito è protetto dalle leggi sul Copyright.Tutti i diritti sulle immagini e sui testi pubblicati sono riservati agli autori e sia immagini che testi non possono essere riprodotti senza il loro consenso. Le immagini presenti tratte da internet hanno esclusiva funzione di documentazione ed informazione, mancando in via assoluta ogni finalità di lucro, nel rispetto dell'art. 70 comma 1 bis, L. 633/1941. Qualora la loro pubblicazione violasse diritti d'autore, esse verranno prontamente rimosse previa richiesta. Responsabile del sito: dr.arch. Vilma Torselli.