home
arte
architettura
arte moderna
art reader
fotografia
nuove tendenze
nonsoloarte
pillole
purezza formale
concorsi
eventi e mostre
artisti
collaborazioni
testi
links
contatti

  APPUNTI  
Testi e commenti di Vilma Torselli su Antithesi, giornale di critica d'architettura. In Artonweb l'articolo più letto: Il Muralismo
  FOCUS ON  
Libri
Maurizio Cinà, “Architettura quantica. La lettura dell'evento architettonico in ottica quantistica”, un parallelo tra il progetto d'architettura e quello che è successo al paradigma della fisica classica negli ultimi decenni.
Musei
A Parigi entro la fine del 2020 aprirà il primo Museo della fotografia storica con sei milioni di fotografie che abbracciano l’arco temporale 1858 - 2008.

Concorsi
Vienna, nuova scuola d'arte ad Am Hof, concorso di idee per studenti e professionisti per un nuovo distretto della cultura. Consegna entro il 10 aprile 2020.

Premi
Assegnato al fotografo rumeno Laurian Ghinitoiu il premio dell’ottava edizione degli Architectural Photography Awards per i migliori scatti di architettura del 2019.

In Italia
Roma, Spazio Eventi Tirso, "Frida Kahlo Il caos dentro", fotografie e opere, con la ricostruzione dei luoghi di Casa Azul, a Città del Messico, in cui Frida ha vissuto.
Fino al 29 marzo 2020.

All'estero
Barcellona, “I LOVE LEGO: mundos en miniatura”, un milione di moduli del mattoncino più celebre del mondo, passione di adulti e bambini.
Fino al 29 marzo 2020.

  CERCA NEL SITO  

Firenze, Candida Ferrari , "La luce della leggerezza"
dal 17 giugno al 30 settembre 2011
In esposizione alla Varart trenta opere di Candida Ferrari alla sua prima mostra fiorentina.

Sono circa trenta le opere che l’artista di Parma Candida Ferrari presenta alla Varart, nella sua prima mostra fiorentina, intitolata suggestivamente
"La luce della leggerezza".

La luce della leggerezza, 2010,
cartone metallico, acetato dipinto,
cm 140 x 173

Si tratta di vere e proprie “installazioni”, sia bidimensionali a muro, sia a tutto tondo posizionate a terra o appese al soffitto. I suoi materiali sono il plexiglas, le plastiche, le carte speciali (metallizzate e acetati) che, opportunamente trattate col colore – di preferenza rosso, argento ed oro – o con il nero catrame, si aggregano, accostandosi e sovrapponendosi. Il plexiglas, a sua volta, assume forma di colonna irregolare e dipinta, con un diametro ora stretto ora più largo.

Così questi materiali “leggeri” assorbono la luce che si offre come ulteriore materiale fondante l’opera della Ferrari.

La luce crea intense composizioni cromatiche a seconda della sua incidenza, rendendo questi fogli di carte e di plastiche, e quei plexiglass, tanto leggeri da trasformarli in campi trasparenti, cangianti e complessi.

Se nella realtà è la luce che avvolge e penetra i materiali, qui, nella costruzione artistica, pare quasi che quella provenga proprio da quei materiali: è appunto “la luce della leggerezza”.

Allo stesso tempo, quelle superfici lucide e libere, quelle colonne che scendono dall’alto hanno in sé la possibilità del movimento il quale acquista ancor più consistenza proprio da come la luce guizza e scivola su e tra di essi.

Va sottolineato, poi, che queste opere con le loro caratteristiche si inseriscono, con notevole armonia e grande fascino, negli splendidi spazi rinascimentali della galleria.

La mostra è accompagnata da un Catalogo con un testo di Giorgio Bonomi e uno di Luciano Caramel del 1992, inedito ma di piena attualità.

La mostra sarà aperta dal 17 giugno al 30 settembre 2011
Inaugurazione: venerdì 17 giugno 2011– ore 18.00

Firenze, Galleria Varart
via dell'Oriuolo 47- 49 r
Tel. 055 284265
www.varart.it


DE ARCHITECTURA
di Pietro Pagliardini


blog di Efrem Raimondi


blog di Nicola Perchiazzi
 







RIFLETTORI SU...


George Braque
"Pianoforte e mandola"



 

 
 

© Tutto il contenuto del sito è protetto dalle leggi sul Copyright.Tutti i diritti sulle immagini e sui testi pubblicati sono riservati agli autori e sia immagini che testi non possono essere riprodotti senza il loro consenso. Le immagini presenti tratte da internet hanno esclusiva funzione di documentazione ed informazione, mancando in via assoluta ogni finalità di lucro, nel rispetto dell'art. 70 comma 1 bis, L. 633/1941. Qualora la loro pubblicazione violasse diritti d'autore, esse verranno prontamente rimosse previa richiesta. Responsabile del sito: dr.arch. Vilma Torselli.