home
arte
architettura
arte moderna
art reader
fotografia
nuove tendenze
nonsoloarte
pillole
purezza formale
concorsi
eventi e mostre
artisti
collaborazioni
testi
links
contatti

  APPUNTI  
Testi e commenti di Vilma Torselli su Antithesi, giornale di critica d'architettura. In Artonweb l'articolo più letto: Il Muralismo
  FOCUS ON  
Libri
Maurizio Cinà, “Architettura quantica. La lettura dell'evento architettonico in ottica quantistica”, un parallelo tra il progetto d'architettura e quello che è successo al paradigma della fisica classica negli ultimi decenni.
Musei
A Parigi entro la fine del 2020 aprirà il primo Museo della fotografia storica con sei milioni di fotografie che abbracciano l’arco temporale 1858 - 2008.

Concorsi
Vienna, nuova scuola d'arte ad Am Hof, concorso di idee per studenti e professionisti per un nuovo distretto della cultura. Consegna entro il 10 aprile 2020.

Premi
Assegnato al fotografo rumeno Laurian Ghinitoiu il premio dell’ottava edizione degli Architectural Photography Awards per i migliori scatti di architettura del 2019.

In Italia
Roma, Spazio Eventi Tirso, "Frida Kahlo Il caos dentro", fotografie e opere, con la ricostruzione dei luoghi di Casa Azul, a Città del Messico, in cui Frida ha vissuto.
Fino al 29 marzo 2020.

All'estero
Barcellona, “I LOVE LEGO: mundos en miniatura”, un milione di moduli del mattoncino più celebre del mondo, passione di adulti e bambini.
Fino al 29 marzo 2020.

  CERCA NEL SITO  

Sabrina Sperotto
Intervista
pubblicato il 8/04/2009
Arte e Scienza pongono l'uomo al centro del loro sistema di valori, comunicare arte e comunicare scienza vuol dire stimolare e divulgare cultura.

dicono di lei: "Sabrina è una strana persona poliedrica e vulcanica quanto basta da lasciare sgomenti chi la incontra...... Ciò che maggiormente stupisce è la disarmante spontaneità dell'approccio umano...." (Anna Di Gennaro)

dice di sé: "La ricerca di ambiti non scontati è la prerogativa costante del mio modo di essere e di lavorare...."

Per conoscerla meglio:

Artonweb: Una preparazione professionale a 360° e un curriculum esagerato per la tua giovane età: laurea in Economia e Commercio, consulente, docente, esperta in comunicazione e marketing…. Riassumi in due righe il lavoro che fai.

Sabrina Sperotto: La mia specificità è creare “ponti” con diverse realtà, assemblare idee per comunicare con format originali, valorizzare e far interagire persone, culture, scienze, arti utilizzando strumenti e  relazioni per far emergere il “cuore” e la passione. Avviare all’ entusiasmo del sapere e - se capita - trasmettere in aula o in luoghi pubblici la mia esperienza.

Artonweb: Quanto il tuo lavoro collima con i tuoi obiettivi professionali e personali?

Sabrina Sperotto: La sfida è proprio questa: riuscire a far coincidere quello che sono con quello che voglio realizzare nella professione così come nella sfera personale. “L’arte” è una grande finestra sul mondo dell’essere e dell’agire umano. Nel mio leitmotiv “Comunicare e valorizzare per crescere” e nel logo “HE-ART” ho sintetizzato il “cuore” del mio pensiero, direi quasi l’anima, che è anche una filosofia: un luogo di incontro dove “arte e scienza” non si fondono per annullarsi in una tecno cultura fredda e arida di sapere globale ma continuano a tendere all’uomo e dall’uomo ripartono per formare, innovare, creare, curare ed educare, riportando l’uomo al centro del sistema di valori.

A.: Qual è o qual è stato l’incarico più difficile da adempiere?

S.S.: Non lo definirei incarico…talmente “ricco” di risvolti umani che si sentono e non si spiegano. Era infatti parte integrante del vivere in ospedale a contatto con medici e pazienti durante la direzione della Fondazione Centro di Cardiologia e Cardiochirurgia “A.De Gasperis” a Niguarda. Ho avuto il privilegio di avere grandi maestri dai quali ho appreso l’aspetto più umano della medicina e della relazione per “avere cura di” …. Comunicare correttamente, sostenere i pazienti e i genitori durante momenti difficili in cui non ci sono certezze ma solo speranze nelle mani di chirurghi d’eccezione che hanno letteralmente il loro cuore in mano. La medicina è un’arte, l’ “arte lunga”, come narra un grande storico Giorgio Cosmacini.

A.: Che proporzione c’è tra gli obiettivi che ti sei data e quelli che hai realizzato?

S.S.: (50% e 50%, 60% e 40% …..) Stiamo nel mezzo, magari qualcosa di più considerando la fortuna di avere una famiglia solida ed una professione che mi entusiasma. Ma ci sono tante sfide aperte, traguardi ed incontri da cogliere ed approfondire strada facendo. Non mi fermo ad aspettare: esploro, chiedo e leggo di tutto. Non si sa mai da dove arrivi una buona idea.

A.: C’è o ci dovrebbe essere un rapporto univoco tra ricchezza e lavoro?

S.S.: Non c’è una relazione univoca. Anzi, partirei da una domanda per dare una prospettiva diversa. Chi è un uomo ricco? Un uomo ricco è un uomo felice e non è felice perché è ricco.
Nella nostra società questa è la vera sfida da affrontare oggi più che mai.

A.: Se vincessi un milione di euro alla lotteria, continueresti a lavorare?

S.S.: Lavorerei più di prima! Investirei per realizzare non solo i miei sogni, ma per trascinarmi appresso quelli di altri “visionari”, con idee da sviluppare. Cercherei di aiutare chi ha bisogno di chiarirsi le idee oppure si merita una chance. Incuriosire è la priorità!

A.: Pensa al tuo lavoro e metti in ordine di importanza crescente questa parole: capacità, preparazione, ottimismo, coraggio, casualità, competenza…….

S.S.: Casualità, ottimismo, coraggio, preparazione e/o competenza

A.: Sei una donna impegnata che, nel privato, ha una famiglia impegnativa (due figli, un marito, un cane?!) , chissà quante volte ti avranno chiesto come riesci a conciliare il tutto!
Come riesci a conciliare il tutto?


S.S.: Me lo chiedo tutti i giorni anche io. Cerco di fare il possibile e mi organizzo con l’equilibrismo di tutte la mamme che lavorano anche fuori casa ed ho la fortuna di avere un marito eccezionale. Ci vuole anche flessibilità e spirito d’inventiva per gestire il quotidiano.

A.: Il giorno del tuo compleanno e il tuo segno zodiacale.

S.S.: 10 Aprile 1971. Sono un’ariete, con tutti i suoi pregi e difetti

A.
: In famiglia hai un nomignolo o un soprannome?

S.S.: No. Per chi mi vuole bene sono semplicemente Sabri. Mi piace il mio nome anche perché ricorda un film romantico di altri tempi, ed una grande attrice e donna Haudry Hepburn. Ammetto di essere un’inguaribile romantica.

A.: Le tue passioni extra-lavorative sono molte, musica, moto, sport, viaggi, fotografia ……
È pericoloso chiederti cosa fai nei week-end?


S.S.: Cerco di trasmettere queste passioni ai miei figli in modo da contagiarli positivamente. I bambini assimilano il tuo stile di vita se dai loro la possibilità di goderne assieme a te. Quindi musica sempre, amici, giochi e sport, giretti in moto, viaggi, foto, video assieme a loro dal giorno che sono nati, senza troppe menate.

A.: Cinque stelle o agriturismo?

S.S.: Entrambi.

A.
: Jeans o tacchi a spillo (o jeans con i tacchi a spillo)?

S.S.: Assolutamente entrambi! Sentirmi a mio agio mentre indosso un vestito da sera importante con la stessa disinvoltura del giubbotto di pelle nera che uso in moto: è un motto della mia vita.

A.: Ultimo film visto, ultimo libro letto, ultima mostra,ultimo cd comprato.

S.S.: “La Battaglia”, John Steinback; “Con cura”, di Atul Gawande, Mostra personale di Robert Gligorov “Mammut, songs from the blue garden” Milano Galleria Pack, “Magritte” a Palazzo Reale; ultimo cd, PFM suona De Andrè.

A.: Vorresti rinascere uomo, o ti andrebbe bene come sei?

S.S.: No, va bene così: meglio donna con un’ indole da maschiaccio.

A.: E ora metti in ordine di importanza crescente queste altre parole: bellezza, intelligenza, fortuna, salute …….

S.S.: Bellezza, intelligenza, fortuna, salute.

 
Sabrina Sperotto

DE ARCHITECTURA
di Pietro Pagliardini


blog di Efrem Raimondi


blog di Nicola Perchiazzi
 







RIFLETTORI SU...


George Braque
"Pianoforte e mandola"



 

 
 

© Tutto il contenuto del sito è protetto dalle leggi sul Copyright.Tutti i diritti sulle immagini e sui testi pubblicati sono riservati agli autori e sia immagini che testi non possono essere riprodotti senza il loro consenso. Le immagini presenti tratte da internet hanno esclusiva funzione di documentazione ed informazione, mancando in via assoluta ogni finalità di lucro, nel rispetto dell'art. 70 comma 1 bis, L. 633/1941. Qualora la loro pubblicazione violasse diritti d'autore, esse verranno prontamente rimosse previa richiesta. Responsabile del sito: dr.arch. Vilma Torselli.